sei in Home > Mistero > News > Dettaglio News
4 Ottobre 2017 MISTERO
http://www.blueplanetheart.it
IL SANGUE DELLA SINDONE APPARTENEVA AD UN UOMO CHE AVEVA SUBITO DELLE TORTURE
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Dalla rivista scientifica Applied Spectroscopy arriva l'annuncio di una nuova scoperta sul sangue della Sindone: una sostanza presente nelle tracce proverebbe che l'uomo avvolto nel Telo sarebbe stato oggetto di torture, proprio come Gesù, torturato e crocifisso. Ma a Torino, gli esperti del Centro Internazionale di Sindonologia si affrettano a ricordare che i frammenti del lino su cui sarebbero state fatte le analisi, non sono attendibili, non hanno valore scientifico in quanto non si sa né da chi né come sarebbero stati prelevati.

La notizia, lanciata oggi dalle agenzie, riguarda l'identificazione di una sostanza - dopo una precedente scoperta avvenuta nello stesso ambito di ricerca - legata alla degradazione del sangue. Il risultato, pubblicato sulla rivista Applied Spectroscopy, è nato dalla collaborazione tra Giulio Fanti, del dipartimento di Ingegneria industriale dell'Università di Padova, e Jean-Pierre Laude, dell'azienda francese Horiba Jobin-Yvon, specializzata in tecniche di analisi. La sostanza, chiamata biliverdina, è stata identificata tra le fibre della Sindone grazie alla tecnica della spettroscopia Raman, che riconosce la struttura delle molecole, come fosse una sorta di impronta digitale.

La biliverdina viene prodotta dalla degradazione dell'eme, un componente di proteine di sangue e muscoli. Il nuovo risultato si aggiunge a quello recentemente pubblicato sulla rivista Plos One, frutto della collaborazione fra università di Padova e Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), che aveva riconosciuta la presenza di un componente del sangue come la creatinina e di una proteina presente in molti tessuti, come la ferritina.

TAG: Sindone

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >