sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
22 Aprile 2005 PALEONTOLOGIA
rednova.com
RITI di MORTE AD UN SITO NEANDERTHAL
tempo di lettura previsto 3 min. circa

Dopo avere esaminato i fossili di Neanderthal scoperti circa 100 anni or sono alla Grotta di Krapina in quella che è ora la Croazia, alcuni ricercatori hanno concluso che le ossa degli antichi individui erano state macellate dai loro compagni, presumibilmente a fini di cannibalismo.

Questa teoria si è provata difficile da confermare. Una nuova analisi ad alta tecnologia indica che i Neanderthal di Krapina smembrassero i corpi secondo pratiche rituali che devono avere avuto profondi significati simbolici per il gruppo che i Neanderthal mangiassero o meno questi resti.

I Neanderthal apparentemente possedevano una capacità di pensiero astratto che è spesso stato considerato prerogativa dei moderni Homo sapiens, ha dichiarato il direttore dello studio Jill Cook del British Museum di Londra. I Neanderthal di Krapina vissero attorno a 130, 000 anni or sono.

"A Krapina si svolgeva un particolare genere di pratiche mortuarie con un profondo significato simbolico" ha dichiarato Cook. Malgrado alcuni episodi di cannibalismo possano in qualche modo essersi verificati, i corpi venivano sistematicamente affettati piuttosto che macellati rapidamente, nella sua concezione.

"Perfino mangiare le persone è un comportamento complesso" e probabilmente avrebbe incluso un rituale di qualche genere, nota l´antropologa inglese.

Nel nuovo studio, un cranio parziale dalla grotta di Krapina in Croazia, ha rivelato una sequenza di incisioni provocate da strumenti di pietra, una delle quali è chiaramente visibile sulla sommità del cranio.

La Cook ha descritto la nuova indagine la scorsa settimana a Milwaukee al meeting annuale della Società Paleoantropologica.

Insieme ai suoi colleghi ha usato il microscopio ad immagini digitale per generare visioni ad alta risoluzione di incisioni da strumenti di pietra sui resti di Krapina. Molti dei più di 800 fossili, che rappresenta circa l´80% degli individui, contengono simili segni. I ricercatori hanno digitalmente sollevato e separato le immagini delle incisioni su ossa individuali per un esame ravvicinato.

Un cranio parziale conosciuto come Krapina 3 ha offerto il più grosso indizio. Con grande sorpresa dei ricercatori, contiene un tracciato di segni con spaziatura regolari, e segni paralleli, per tutta la sommità del cranio. "Qualcuno ha preso il cranio in braccio, e ha prodotto questo straordinario tracciato con uno strumento di pietra" ha dichiarato Cook.

Krapina 3 ed altri resti di crani mostrano segni effettuati affettando via le orecchie, rimovendo la lingua, distaccando la mandibola inferiore, e letteralmente spellando la testa. Fossili delle parti inferiori del corpo contengono incisioni create dalla rimozione dei muscoli dalle ossa come anche abrasioni causate grattando via i grassi ed i tessuti dalle ossa. Tagli sulle ossa della pelvi e delle gambe hanno indicato che i corpi giacevano a faccia sotto durante lo smembramento.

I ricercatori che hanno lavorato alla Grotta di Krapina hanno salutato le nuove scoperte con la dovuta cautela.

"Non possiamo essere certi di un tipo di attività rituale a Krapina, o addirittura di tracce di cannibalismo" ha dichiarato Fred Smith della Loyola University di Chicago. "Ma non possiamo dire per certo perché le ossa fossero trattate in questo modo". Molte ossa degli arti al sito sono state spaccate e aperte, forse per estrarre il midollo ricco di proteine, ha notato Smith.

Perfino con la tecnologia digitale, è difficile individuare le incisioni sui fossili di Krapina, aggiunge Milford Wolpoff, dell´Università del Michigan ad Ann Arbor. Una sostanza con finalità di preservazione applicata alle ossa poco dopo la loro scoperta ha nascosto molte delle strutture superficiali.

Dei segni di strumenti che possono essere visti con il microscopio digitale, molti ricordano quelli sui resti di animali macellati in siti successivi dell´Età della Pietra, ha dichiarato Paola Villa del Museo dell´Università del Colorado, a Boulder. Nella sua concezione, ciò solleva la possibilità che una qualche forma di cannibalismo, a scopi rituali, fosse praticato a Krapina.

Gli studi comparativi sulle ossa di Krapina e quelle di animali cacciati nella preistoria sono attualmente in corso, ha dichiarato Cook.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >