sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
21 Giugno 2005 ARCHEOLOGIA
La redazione di La Porta del Tempo
I druidi di Stonehenge indicavano "il solstizio sbagliato"
tempo di lettura previsto 1 min. circa

I druidi del tempo presente, hippy ed appassionati che si recano a Stonehenge ogni anno per festeggiare il solstizio d´estate potrebbero non celebrare l´antica ricorrenza come ritengono.

Le ultime scoperte archeologiche aggiungono peso alle crescenti evidenze che gli antichi druidi visitassero Stonehenge per celebrare il solstizio d´inverno.

Le analisi di denti di maiale trovate a Durrington Walls, un sito cerimoniale in circoli di pali di legno presso Stonehenge, sul fiume Avon, hanno mostrato che la maggior parte dei maiali aveva meno di un anno quando veniva macellata.

Il dr Umberto Ambarella, esperto di ossa di animali al Dipartimento di Archeologia dell´Università di Sheffield, e che sta studiando i monumenti attorno a Stonehenge, ha dichiarato che i maiali nel periodo neolitico nascevano in primavera, ed appartenevano ad un´antica specie di maiali domestici che figliava una sola volta l´anno. L´esistenza di un gran numero di ossa dei maiali massacrati in dicembre e gennaio sostiene la concezione che i popoli neolitici prendessero parte ad una celebrazione del solstizio invernale.

Gli appassionati a Durrington Walls, il più ampio sito cerimoniale nel paese, persino più grande di quello di Avebury, si ritiene sacrificassero animali da allevamento tra cui un tipo di bue ora estinto prima di recarsi a Stonehenge mentre i fuochi bruciavano sulle alture o sulla cima delle colline. Il prof Mike Parker Pearson della Sheffield University, che guida il progetto, hanno dichiarato: "Non abbiamo prove che alcuno fosse qui in estate".

Circa 20, 000 persone erano attese a Stonehenge la scorsa notte, con i visitatori ammessi fino alle 10 p.m. Il sito sarà chiuso dalle 9 a.m. oggi per il giorno intero, al fine di ripulire l´area.