sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
21 Settembre 2004 ARCHEOLOGIA
CulturalWeb.it
L'antico Egitto a Cremona
tempo di lettura previsto 3 min. circa

La mostra verrà allestita in due differenti sedi: le sale dedicate alle esposizioni temporanee del Museo civico Ala Ponzone in Palazzo Affaitati e il Palazzo Stanga. Nella prima sede espositiva saranno esibiti reperti provenienti soprattutto da importanti raccolte lombarde, come il sarcofago di Ankhekhonsu (Civico Museo Archeologico di Bergamo), ma anche opere di collezione privata come la statua del vizir Khay. Inoltre affiancherà la sezione archeologica un percorso letterario dal titolo "Voglio farti amare i libri più che tua madre" che affronterà da un lato la storia degli studi sull´Egittologia attraverso grandi volumi illustrati del XVIII e XIX secolo, dall´altro gli influssi dell´Egittomania su autori classici e moderni. Il percorso di Palazzo Stanga sarà costituito da numerosi e importanti reperti che documentano lo sviluppo della cultura egiziana nell´arco di 3000 anni. Così per il Predinastico (3.000-2.650 aC)., a testimonianza dell´alto livello tecnologico raggiunto già allora dagli antichi Egizi, saranno in mostra raffinati manufatti in pietra. Per l´Antico Regno (2.650-2134 a.C.) le piramidi saranno evocate da documenti e volumi illustrati che testimoniano i primi passi nello studio di questi maestosi monumenti. I cambiamenti politico-sociali del Medio Regno (2040-1640 a.C.) troveranno la loro sintesi in una bellissima testa regale, caratterizzata da un viso segnato dalle occhiaie. Il Secondo Periodo Intermedio (1640-1532 a.C.), nel quale si afferma la dominazione degli Hyksos, sarà documentato dai famosi scarabei di questo periodo. Il Nuovo Regno (1550-1070 a.C.), epoca di grande ricchezza e di rinascita dell'antico Egitto caratterizzata dalla monumentalità, sarà riassunta da reperti che recano i cartigli di faraoni come Hatshepsut, il faraone donna, Akhenaton, il faraone "eretico" Seti I, il padre di Ramesse II, oltre che dai reperti che descrivono la concezione dell´Oltretomba, papiri del Libro dei Morti, vasi canopi, ushabti. Infine, per l´Epoca Tarda (1070-332 a.C.) e in particolare per le concezioni religiose sempre più stratificate e complesse, in qualche modo divenute "superstiziose" saranno proposti anche nuovi oggetti: bronzetti votivi, alcuni degli amuleti più tipici, mummie di animali. Alla mostra sarà affiancato il progetto didattico di Teatro-Scuola «Terra nera Terra rossa», con laboratori di scrittura con i geroglifici e corsi per insegnanti sulla cultura degli Egizi. Verrà inoltre promosso, fra tutte le classi che avranno visitato la mostra, il concorso «Lo scrigno di Iside» con estrazione finale di viaggi premio per alunni, famiglie e insegnanti alle piramidi dell´antico Egitto. I laboratori si terranno a Palazzo Stanga dal 19 ottobre 2004 al 28 marzo 2005, con iscrizione gratuita . BIGLIETTI E AGEVOLAZIONI

Intero: € 6, 00

Ridotto: € 5, 00 (militari, ragazzi fino a 18 anni, studenti universitari, ultrasessantenni, comitive di almeno 15 persone con prenotazione obbligatoria, possessori di: biglietto ferroviario in arrivo a Cremona, tessere TCI e FAI, disabili, visitatori di mostre contemporanee collegate, gruppi di oltre 200 persone, possessori di Apic Card).

Ridotto scuole: € 4, 00

Ingresso libero: bambini fino a 6 anni, accompagnatori di scolaresche o di comitive di almeno 15 persone.

ORARI: dal martedì al sabato, ore 9-19; domenica e festivi, ore 10-19 (chiuso il lunedì) PREVENDITA ONLINE: www.charta.it

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI APIC Cremona: tel. 0372 31222

e-mail: apic@digicolor.net

Sito ufficiale: www.cremonamostre.it