sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
25 Marzo 2010 PALEONTOLOGIA
galileonet.it
Quando i serpenti mangiavano i dinosauri
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Un serpente di tre metri e mezzo è arrotolato accanto a un nido di un dinosauro ad aspettare pazientemente che le uova si schiudano per poi divorare i piccoli inermi. La scena è quella ricostruita su Plos Biology dai paleontologi Dhananjay Mohabey del Geological Survey of India e Jeff Wilson dell´Università del Michigan, che hanno scoperto e decritto lo scheletro quasi completo di un antico serpente dalle inaspettate abitudini alimentari.

Il nome della nuova specie è Sanajeh indicus. Il rettile è stato ritrovato nei sedimenti di 67 milioni di anni, tra le rocce del Cretaceo Superiore di Gujarat, nell´India Occidentale, ed è importante soprattutto per le caratteriste della bocca, molto simile a quella delle lucertole. Gli attuali serpenti possono spalancare enormemente le mascelle grazie al cranio mobile e alle peculiarità della mandibola, specializzazioni acquisite durante l´evoluzione. I primi serpenti, invece, non possedevano questi adattamenti e si cibavano di piccole prede. La sequenza di cambiamenti morfologici e comportamentali che hanno portato alle nuove condizioni resta una questione aperta a causa della mancanza di dati sulle relazioni filogenetiche e di fossili ben conservati.

La nuova specie mostra soltanto alcuni dei tratti dei moderni serpenti e fornisce informazioni sulla prima diversificazione di questi rettili. Ma interessante è anche il contesto in cui indicus è stato ritrovato, che permette di avanzare ipotesi sulla sua ecologia. Il serpente si è infatti fossilizzato accanto al nido di un sauropode (tra i dinosauri erbivori più grandi che si conoscano), avvolto a un uovo dischiuso e vicino ai resti di piccoli di circa mezzo metro. Il ritrovamento di uova del serpente vicino al nido suggerisce anche che indicus fosse solito predare i piccoli sauropodi appena nati.

La scoperta dei fossili risale in realtà ai primi anni Ottanta, ma all´epoca Mohabey non era stato in grado di identificare i resti. Nel 2001, Wilson aveva incontrato Mohabey e osservato i reperti.

La preparazione del fossile per lo studio all´Università del Michigan nel 2004 ha poi rivelato che il serpente era morto avvolto a un uovo di dinosauro.

TAG: Dinosauri

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >