sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
16 Marzo 2010 ARCHEOLOGIA
La redazione di La Porta del Tempo
Le Archeomafie: reati contro il patrimonio artistico e traffico illecito di beni culturali
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Il "Centro Studi di Criminologia " del Centro di Promozione Culturale Týrris ONLUS Viterbo in collaborazione con la Camera Penale di Viterbo e in collaborazione con OIA Osservatorio Internazionale Archeomafie presenta il CONVEGNO di Studio: "Le Archeomafie: reati contro il patrimonio artistico e traffico illecito di beni culturali" che avrà luogo presso la Rocca dei Papi Città di Montefiascone il 17 aprile 2010 orario 8, 40 - 14, 00.

Presentazione

Sono definite "archeomafie" le organizzazioni criminali o settori di esse che operano nel settore degli scavi clandestini, del furto e del traffico illecito internazionale di opere d´arte e reperti archeologici. La definizione "archeomafie" deriva dalla constatazione che il furto di opere d´arte e di reperti archeologici, che provengano da un museo o da uno scavo clandestino, è solo il primo di una lunga serie di passaggi che, attraverso il mercato clandestino, porta queste opere nelle mani di spregiudicati collezionisti o curatori di musei.

Se un furto da una collezione o da un museo, oppure uno scavo clandestino possono anche essere opera di ladri isolati o di improvvisati tombaroli, i passaggi successivi, l´esportazione clandestina delle opere d´arte e dei reperti archeologici e il loro inserimento in circuiti di vendita internazionali, presuppongono una rete criminale ben strutturata, capace di gestire questi traffici a più livelli, da quello locale a quello internazionale, di far perdere le tracce della provenienza illecita delle opere e di attuare il loro decisivo passaggio dal mercato clandestino a quello "legale".

Questa rete, soprattutto in zone come l´Italia centro-meridionale, che sono al tempo stesso tra le più ricche del Mediterraneo dal punto di vista del patrimonio culturale, ma anche tra le più soggette ad un capillare controllo del territorio da parte della criminalità organizzata, non può che essere gestita da organizzazioni criminali di stampo mafioso, le cosiddette "archeomafie".

Obiettivi:

Far acquisire competenze che consentano attraverso l´aggiornamento tecnico e legale di migliorare la conoscenza del fenomeno per maturare maggiore consapevolezza nella capacità di contrasto.

Destinatari:

avvocati, archeologi, forze dell´ordine, dottori in beni culturali, restauratori, operatori museali, funzionari del ministero dei beni culturali, bibliotecari, architetti, ingegneri, studenti universitari in discipline attinenti.

Richiesta di patrocini morali a:

Prefettura di Viterbo, Provincia di Viterbo, Comune di Viterbo, Comune di Montefiascone, Facoltà della Conservazione dei Beni Culturali dell´Università della Tuscia, International Research Center for Environment and Cultural Heritage, Lega Ambiente, Osservatorio Provinciale Ambiente e Legalità, UIL, SIULP ed altri in via di perfezionamento.

La Direzione scientifica ed il coordinamento del Convegno sono affidati alla Dr.ssa Rita Giorgi

Centro di Promozione Culturale Týrris O.N.L.U.S. Via della Volta Buia, 51 01100 Viterbo.

CF:90073000565 Tel. 0761092452 Cell. 334 9694130 335 1266289 E-mail: direzione@tyrris.it