sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
31 Marzo 2009 ARCHEOLOGIA
La redazione di La Porta del Tempo
Scuola Internazionale di Geofisica per l'Archeologia
tempo di lettura previsto 2 min. circa

L'Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (CNR-AdR, Roma1), in collaborazione con il LAP&T (Università di Siena) e l'Area della Ricerca del CNR Roma1, organizza il corso: "Geofisica per l'Archeologia: metodi di indagine, acquisizione, elaborazione e rappresentazione 2D e 3D".

Il corso vuole fornire l'opportunità a laureati e professionisti, operanti all'interno di strutture pubbliche e private, di approfondire la conoscenza delle metodologie geofisiche sviluppate ed applicate nel campo delle prospezioni archeologiche. Le lezioni, basate su argomenti teorici e presentazioni di casi di studio significativi sullo stato dell'arte delle metodologie trattate, saranno affiancate da dimostrazioni pratiche volte alla progettazione, acquisizione, elaborazione e rappresentazione di dati acquisiti con diverse tecniche di indagine.

Il corso ha come obiettivo primario l'analisi, la valutazione critica e l'applicazione pratica della geofisica alla ricerca archeologica.

Programma - temi trattati: Problemi archeologici su larga, media e piccola scala; indagini geofisiche a varia scala; indagini topografiche estensive e di dettaglio; Magnetometria (cenni teorici e case histories); Georadar (cenni teorici e case histories); Resistività ERT (cenni teorici e case histories); integrazione di diversi metodi; Remote Sensing e geofisica estensiva; rappresentazione e gestione dei dati in ambiente GIS; impiego di softwares dedicati alla elaborazione e rappresentazione 2D e 3D di dati geofisici.

Esercitazioni pratiche su situazioni reali (campo sperimentale, sito archeologico).

Requisiti di accesso: Il corso è destinato a laureati in materie umanistiche, in particolare nelle discipline e indirizzi afferenti ai beni culturali i quali oltre a possedere le competenze per l'accesso dimostrino di avere partecipato a ricerche e progetti nell'ambito di studi archeologici; saranno considerate anche domande di laureati in discipline scientifiche (fisica, ingegneria, geologia). Le esperienze e competenze dovranno essere specificate nel curriculum. Si terrà conto della frequenza di corsi di specializzazione e master in discipline e metodologie afferenti allo studio e rappresentazione delle strutture archeologiche; saranno inoltre valutate anche le esperienze professionali (documentate) presso strutture pubbliche e private nei settori dei beni culturali.

La lingua ufficiale del corso è l'Inglese, indispensabile alla partecipazione e comprensione delle lezioni che saranno tenute in questa lingua.

Non è previsto limite di età.

Sono ammessi 24 partecipanti, selezionati in base al curriculum.

Direttore Scientifico del Corso

Salvatore Piro - Senior Scientists Geofisico - ITABC, CNR.

Co-direttore scientifico

Stefano Campana - Laboratorio di Archeologia dei paesaggi e Telerilevamento (LAP&T),

Università di Siena.

Co-organizzatori

Geostudi Astier S.r.L. - Livorno.

In collaborazione con: Dipartimento Scienze Storiche, Archeologiche ed Antropologiche dell'Antichità, Università "Sapienza", Roma.

Per ulteriori informazioni contattare lo staff del corso:

Dott. Salvatore Piro 06-90672375, lunedì-mercoledi, dalle ore 10 alle ore 13, oppure per e-mail all'indirizzo: salvatore.piro@itabc.cnr.it

Sig. Daniele Verrecchia 06-90672375, lunedì - venerdì dalle 10:00 alle 13:00, o all'indirizzo e-mail: daniele.verrecchia@itabc.cnr.it


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >