sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
10 Dicembre 2008 ARCHEOLOGIA
orvietonews.it
Orvieto capitale dell'Archeologia italiana: Convegni e nuovi volumi sul Museo Faina
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Il programma delle iniziative prenderà avvio giovedì 11 dicembre con la presentazione del volume "Museo Claudio Faina di Orvieto. Buccheri di Filippo Capponi e Sara Ortenzi". L'incontro si terrà nella Saletta delle Conferenze del museo a partire dalle ore 17.00 e vedrà la partecipazione di Giovannangelo Camporeale presidente dell'Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici, la prestigiosa associazione che riunisce i maggiori specialisti di etruscologia a livello mondiale, di Marisa Bonamici, Università degli Studi di Pisa, e di Simonetta Stopponi, Università degli Studi di Perugia, che ha avuto la curatela scientifica della pubblicazione. Alla presentazione interverranno il Sindaco di Orvieto Stefano Mocio, l'Assessore alla Cultura dell'Umbria Silvano Rometti, Carlo Colaiacovo, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, e Isidoro Galluccio, Presidente Fondazione per il Museo "Claudio Faina".

Il volume, inserito nella collana Catalogo regionale dei beni culturali dell'Umbria, è incentrato sulla raccolta di buccheri riunita dai conti Mauro ed Eugenio Faina tra gli anni Sessanta e Ottanta dell'Ottocento. Il bucchero rappresentava la ceramica nazionale del popolo etrusco ed ebbe una diffusione che andò ben al di là delle aree controllate politicamente dagli Etruschi. Il vasellame di bucchero rappresenta di fatto la produzione più significativa per ricostruire la loro presenza commerciale nel Mediterraneo, da qui il notevole interesse di un catalogo che ne esamina esemplari rilevanti per numero e qualità. Il volume, corredato da un ricco apparato illustrativo, è stato voluto dalla Regione Umbria e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ed è stato pubblicato dall'Electa Editori Umbri Associati. Rappresenta il decimo volume della collana regionale dedicato al Museo "Claudio Faina".

La quattro giorni dell'archeologia prosegue nella giornata di venerdì 12 dicembre, quando alle ore 16.30, presso la Sala dei Quattrocento del Palazzo dei Congressi, prenderà avvio il XVI Convegno Internazionale di Studi sulla Storia e l'Archeologia dell'Etruria organizzato, come è tradizione, dalla Fondazione Faina e dal Comune di Orvieto.

L'edizione 2008 sarà dedicata al tema "Gli Etruschi e Roma. Fase monarchica e alto-repubblicana" e segue altri consessi dedicati, negli ultimi anni, al rapporto tra Etruschi, Greci, Fenici e Cartaginesi e alle forme della colonizzazione etrusca nella penisola italiana.

Animeranno le giornate i maggiori specialisti del settore: Carmine Ampolo, Gilda Bartoloni, Filippo Coarelli, Giovanni Colonna, Anna Sommella Mura, Francesco Roncalli, Mario Torelli.

L'assise scientifica si svilupperà durante l'intera giornata di sabato 13 e nella mattinata di domenica 14 dicembre e rappresenterà l'occasione per indagare il tema "Il rapporto tra l'Etruria e Roma tra VIII e V secolo a.C." che è stato al centro dell'interesse del mondo archeologico italiano negli ultimi anni anche a seguito di scoperte sensazionali e di nuove proposte interpretative.

In apertura del convegno verrà presentato il volume con gli Atti del congresso dello scorso anno che costituisce il quindicesimo volume degli "Annali", la collana pubblicata dalla Fondazione per il Museo "Claudio Faina" con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto. Il volume di quasi cinquecento pagine è pubblicato dalle Edizioni Quasar.

L'ingresso ai lavori congressuali è libero.