sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
16 Marzo 2005 ARCHEOLOGIA
Merimbula News Weekly
UN SUDARIO DI 2,300 ANNI A TURA
tempo di lettura previsto 4 min. circa

Un team coordinato dall´archeologa Judith Cameron di Tura Beach, ha scoperto e preservato il più antico sudario completo, trovato nel sud-est asiatico, databile a circa 2, 300 anni or sono alla cultura Dongson dell´Età del Bronzo.

Il tessuto è stato trovato in un sarcofago a forma di imbarcazione, coperto da uno spesso strato di fango nero, in un canale lungo l´area pianeggiante del Fiume Rosso, in Vietnam, lo scorso dicembre.

In quella che è stata salutata come una scoperta fondamentale, il capo del team, Professor Peter Bellwood dell´Università Nazionale Australiana, ha dichiarato che il sarcofago a forma di barca, scoperto a Dong Xa, circa 50 km a sud est di Hanoi è probabilmente il più antico di tutto il sudest asiatico.

Ma il Dr Cameron, che è l´unico archeologo tessile australiano, ha dichiarato che il sudario è il reperto più importante, ed il maggiore obbiettivo del team di ricerca.

"Abbiamo individuato il sito, sigillato dalle acque, poiché si tratta dei luoghi migliori per trovare materiali perfettamente preservati in quelle aree del deserto" ha dichiarato.

Ma trovare i materiali è solo la prima parte dello sforzo.

"Antichi tessuti trovati in precedenza sono andati perduti, semplicemente per essere stati esposti alla luce" ha dichiarato.

Il Dr Cameron, dell´Università Nazionale Australiana, lavora con un finanziamento dei tre anni del Consiglio di Ricerca Australiano, in collaborazione con il Museo Nazionale di Australia, per studiare i tessuti archeologici, e migliorare le tecniche di conservazione in Vietnam.

In una spedizione che richiama un po´ alla mente le atmosfere del film I Predatori dell´Arca Perduta, il team composto da due archeologi Australiani, due archeologi Vietnamiti e quattro esperti di conservazione del museo, ha iniziato utilizzando il radar di penetrazione del suolo, per scoprire che non riusciva ad operare come doveva, nel fango spesso.

Quindi ha deciso di drenare uno dei canali di irrigazione, dove gli abitanti locali avevano recentemente trovato un grande tamburo dell´era Dongson.

"Per fare questo è necessaria l´approvazione del governo, e avevamo solo 24 ore di tempo per completare le operazioni" ha dichiarato. "Dopo avere proceduto avanti e indietro lungo il canale, ad osservare l´acqua defluire, abbiamo notato sporgere il sarcofago.

"Abbiamo scavato con l´aiuto di operai dei villaggi locali, ed un ingente numero di spettatori vietnamiti attorno.

"Quando lo scavo è stato completato, il sarcofago è stato portato al museo provinciale di Hung Yen su un furgone."

Il team ha reso scura la stanza e ha lavorato per diversi giorni, dieci ore al giorno, usando solo un´illuminazione controllata, per rimuovere la terra dal tessuto con grattini e pennelli da pittura.

"Il calore e la luce hanno effetti devastanti sul materiale organico, celato da più di 2, 000 anni" ha dichiarato la Dr Cameron.

Hanno trovato poi un coperchio sul sarcofago, che conteneva il corpo di un maschio adulto.

Il sudario che lo copriva completamente misura 2281 mm per 637 mm. E´ stato posta in un freezer a Hanoi, per la preservazione, fino a quando non potrà essere riportato in Vietnam, a luglio.

"Il sarcofago stesso è stato conservato in una soluzione a base di polietilene" ha aggiunto la Cameron. Conteneva inoltre monete cinesi dal 200-3000 a.C., alcune perle di vetro, una giara di ceramica e la testa del cadavere, ed al suo interno una coppa lucida. Ma il sudario è il reperto più importante."

La Cameron ha dichiarato che il popolo Dongson fu riverito dai Vietnamiti, all´inizio dell´antica razza Viet. Ritiene si siano stanziati lungo il Delta del Fiume Rosso attorno al 700 a.C.

"E´ una responsabilità onerosa assicurarci di non danneggiare un materiale culturale così prezioso" ha aggiunto.

Il sudario era così ben preservato perché l´ossigeno dell´atmosfera non è in grado di penetrare il fango argilloso denso e nero nel quale è stato trovato.

Altri sudari di età simile, trovati in altri luoghi, si erano disintegrati in poche ore, mediante un processo noto come chemoluminescenza.

L´età del sudario è stata fissata a circa 2, 300 anni; il tessuto ha lo spessore del lino circa 2/3 mm.

Il team ha anche scoperto ulteriori 20 seppellimenti secondari dallo stesso periodo Dongson, che contenevano molti altri esemplari di tessuti, ricami, trame usate in tempi preistorici.

Cameron ha dichiarato che mentre continua il dibattito sulle origini del popolo Dongson, la sua concezione è che i gruppi Dongson in Vietnam siano inestricabilmente collegati ai gruppi dell´Età del Bronzo, dall´area del Sud della Cina, conosciuta come Yunnan e Guandong.