sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
29 Maggio 2002 ARCHEOLOGIA
BBC News online
Obelisco di Roma colpito da un fulmine
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Un antico obelisco che è stato al centro di una disputa tra l´Italia e l´Etiopia è stato danneggiato da un fulmine.

Alcuni pezzi della sommità dell´Obelisco di Axum nel centro di Roma sono precipitati al suolo durante un impetuoso temporale nella notte di Lunedì.

Gli esperti di archeologia stanno ponendo rimedio al danno, ma il Prefetto di Roma Emilio del Mese rappresentante del governo nella capitale - lo descrive come "considerevole".

L´obelisco, che misura 24 metri di altezza, fu prelevato dalla città sacra di Axum nel nord dell´Etiopia quando il regime fascista del dittatore italiano Benito Mussolini annesse il paese africano nel 1937.

Esso si trova in città dall´inizio del quarto secolo e si ritiene abbia almeno 1700 anni. Attualmente si trova presso il centro direzionale della FAO.

Le autorità etiopi avevano chiesto la restituzione del monumento funerario di circa 180 tonnellate.

L´Italia si è espressa favorevolmente alla restituzione nel 1998, ma una guerra di confine tra Etiopia ed Eritrea ho posto la questione in sospeso. Quindi, lo scorso anno, Vittorio Sgarbi, sottosegretario al Ministero della Cultura, ha provocato un sommovimento in Etiopia, dichiarando che l´obelisco era ormai diventato un "cittadino naturalizzato" dopo 64 anni di permanenza in Italia.

E´ ancora in corso una forte campagna per determinare la restituzione dell´obelisco.