sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
6 Ottobre 2005 ARCHEOLOGIA
Yorkshire Post
UN SENTIERO DI 5,000 ANNI OR SONO
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Per 5, 000 anni uno dei più antichi sentieri del mondo è rimasto nascosto nel segreto, sepolto nel Sud Yorkshire.

Almeno fino a che l´escursionista Mick Oliver vi è inciampato piuttosto letteralmente mentre attraversava Hatfield Moor, presso Doncaster, poco dopo la sua riapertura al passaggio nell´ottobre dello scorso anno.

"Ho guardato in basso e vedevo una linea dritta. Ho creduto fosse è una quercia della palude un albero fossilizzato così sono andato a dare un´occhiata" ha dichiarato l´ex ufficiale del comune, ormai in pensione.

"Ma quando sono arrivato, ho potuto vedere perfino dei pali paralleli di pino allineati al suono. Questo era ancora più insolito. Ho capito che stavo guardando qualcosa di estremamente antico.

"Si notavano segni d´ascia sul legno. Data la loro posizione nella torbiera, ho concluso che dovessero essere antiche, probabilmente risalenti all´Età del Bronzo.

In effetti, il signor Oliver ha scoperto uno dei più antichi percorsi del suo tipo mai visti al mondo. Si data al periodo neolitico e solo altri due sentieri sul continente possono essere datati anteriormente uno in Olanda e l´altro in Germania.

Ed ora la sua scoperta potrebbe offrire un nuovo sguardo sulla storia dell´uomo Neolitico, dal momento che il percorso ha rivelato più e più indizi giorno dopo giorno agli archeologi che si occupano delle ricerche.

Gli archeologi sperano che si possano verificare sul territorio gli effetti dei mutamenti climatici occorsi qui 5, 000 anni or sono. Analisi del suolo e dei campioni di pollini suggeriscono che strada sia stata costruita poiché il terreno era sempre più frequentemente invaso dalle acque.

Ciò potrebbe essere stato dovuto alle condizioni meteorologiche, un clima più caldo ed umido. Una volta però che le acque lo invasero stabilmente, divenendo palude, non sembra sia stato modificato o ricostruito, ma semplicemente abbandonato.

La datazione al radiocarbonio suggerisce che sia stato probabilmente costruito prima di Stonehenge, in un periodo compreso tra 2, 900 ed il 2, 500 a.C., e si è cercato di capire dove conducesse.

Il percorso di pini si estende per oltre 50 metri, verso la cosiddetta "corduroy track", dove i tronchi sono uniti insieme a formare il percorso che si estende al suo massimo per 4 metri di larghezza.

Ma perfino più significativa è una piattaforma all´estremità del percorso.

L´archeologo Henry Chapman, direttore del sito ha dichiarato che la piattaforma potrebbe essere stata usata per un numero di ragioni. Gli studiosi ritengono fosse troppo ampia per essere una postazione di caccia, ma potrebbe essere significativa dal punto di vista religioso come luogo per offerte votive alle divinità. O perfino più simbolicamente, essere il luogo in cui venivano deposti i defunti.

Una volta completate le operazioni di scavo, l´antico percorso sarà ricoperto, dal momento che è questo il modo migliore di preservare i tronchi.