sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
29 Dicembre 2017 ARCHEOLOGIA
http://www.ancientpages.com
SCOPERTE IN DANIMARCA OLTRE 300 PIETRE CON ISCRIZIONI DI 5.000 ANNI
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Più di 300 piccole rocce - soprannominate dagli archeologi come "pietre del sole" - scolpite nell'età della pietra, sono state recentemente scavate a Vasagård, nel sud di Bornholm, in Danimarca.

Perché la gente dell'età della pietra scolpiva immagini di sole, campi e ragnatele su piccole pietre? Per ora, i ricercatori non possono spiegare il significato o lo scopo delle pietre.

Erano forse amuleti, una moneta religiosa o erano usati per segnare la transizione da una vecchia tradizione di sepoltura a una nuova? O era qualcos'altro interamente?

Gli archeologi ritengono che le pietre siano state probabilmente usate durante i rituali, dato il loro aspetto bruciato o rotto, e perché sono state scoperte in depositi concentrati all'interno dello stesso strato di terreno.

Alcune pietre sembrano addirittura essere state usate come portafortuna dagli abitanti dell'Età della Pietra di Bornholm.

Le piccole pietre sono coperte da disegni scolpiti da persone dell'età della pietra 5.000 anni fa. Le circa 300 pietre e frammenti hanno guadagnato il loro nome dalla loro forma rotonda e dalle sculture circolari sulla loro superficie, che sembrano irradiarsi dal centro.

Includono pietre quadrate scolpite con ciò che assomiglia a campi, grano e altri motivi. Alcuni sono decorati con ragnatele.

"Molte delle pietre sono molto consumate, quindi sembra che qualcuno abbia camminato con loro in tasca", ha detto Finn Ole Sonne Nielsen, l'archeologo principale del Museo di Bornholm, che ha collaborato con il Museo Nazionale Danese dell'Università di Aarhus, e l'Università di Copenaghen sullo scavo.

Nielsen ha detto che l'area di Vasagård ha l'aspetto di una società dell'età della pietra, che è stata "completamente ritualizzata. Nell'età della pietra, Vasagård era interamente racchiuso da cosiddette file di palizzate, un tipo di recinzione costruita da più strati di colonne, con molti ingressi. All'interno, c'erano piccoli "templi solari" rotondi che erano probabilmente usati per i rituali.

"Abbiamo conosciuto le pietre solari per un po ', ma le pietre di campo sono qualcosa di completamente nuovo - solo ieri ne abbiamo trovate quattro - e la variazione tra loro con le ragnatele è qualcosa che non sapevamo esistesse", ha detto Nielsen.

"Ma deve significare qualcosa che sono stati depositati simultaneamente dopo essere stati bruciati e rotti. Forse rappresenta una transizione tra la vita e la morte. "

La prima pietra del sole fu trovata nel 1995 in un altro sito culturale, Rispebjerg, a circa 8 km a est di Vasagård.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >