sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
25 Settembre 2014 ARCHEOLOGIA
ilfattostorico.com
RITROVATA UN'ARMATURA DI OSSA DELL'ETA' DEL BRONZO
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Gli archeologi in Siberia hanno scoperto un'eccezionale armatura composta da ossa animali. Potrebbe risalire tra i 3.500 e i 3.900 anni fa.

Il reperto, trovato in "perfette condizioni", è fatto di ossa di un animale non ancora identificato. Gli esperti ritengono che appartenesse a un guerriero d'élite.Secondo gli archeologi, l'armatura avrebbe potuto proteggere il guerriero contro le armi dell'epoca, tra cui punte di freccia in osso o pietra, pugnali e asce di bronzo, e lance con la punta in bronzo.

Nel sito, vicino alla città di Omsk, l'armatura era stata sepolta separatamente dal suo proprietario, a circa 1, 5 metri di profondità. Nessun altro reperto simile è stato trovato nel sito.

Nelle vicinanze, gli esperti hanno rinvenuto manufatti Krotov, una cultura dell'Età del Bronzo. Tuttavia questo campione assomiglia a degli oggetti della cultura di Samus-Seyminskaya, che si era originata a 1.000 km di distanza, prima che il suo popolo migrasse nell'area di Omsk.

I ricercatori ora sperano di determinare l'età esatta del reperto, al di là che si tratti di un dono, di un bottino di guerra, o della parte di uno scambio. Un'analisi preliminare ha stimato che potrebbe risalire fino a 3.900 anni fa.Il sito della scoperta contiene testimonianze dal Neolitico fino al Medioevo. "Il ritrovamento è eccezionale perché una tale armatura aveva un grande valore. Era più preziosa della vita, perché salvava la vita", spiega Boris Konikov, direttore degli scavi. "Secondo, è stato trovato in un insediamento, e questo non si era mai verificato prima".

Rimane ancora ignoto lo scopo dell'area del ritrovamento: "Al momento possiamo solo fantasticare su chi scavò qui e per quale motivo. Era un qualche rituale o sacrificio? Ancora non lo sappiamo".


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >