sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
11 Febbraio 2003 ARCHEOLOGIA
cnews
Un uomo dissotterra monete romane
tempo di lettura previsto 1 min. circa

LONDRA Un uomo che scavava una pozza nel retro della sua casa ha dissotterrato un migliaio di monete romane bronzee del IV secolo, hanno dichiarato gli archeologi.

Gli esperti del museo ritengono che potrebbe trattarsi del più grande tesoro di monete del periodo mai trovato in Inghilterra. "Stimiamo che, basandoci sul peso, vi siano circa 15, 000 a 20, 000 monete individuali" ha dichiarato Gail Boil curatore di archeologia al Museo di Bristol nel sud-ovest dell´Inghilterra. "E´ la scoperta più spettacolare a riemergere da suolo nella nostra area negli ultimi 30 anni. E´ estremamente emozionate. Non avevo mai visto qualcosa di anche lontanamente simile in tutta la mia carriera."

Si ritiene che le monete possano essere attribuite al periodo di Costantino il Grande (307-337 d.C.)

"Al momento sembrerebbero consistere in tre differenti tipi che mostrano soldati in due diverse armature, gemelli allattati da una lupa e la Vittoria sulla prua di una varca" ha dichiarato.

I segni della zecca lettere o simboli usati per indicare la zecca che produsse la moneta suggeriscono Trier in Germania e Costantinopoli (attuale Istanbul) in Tirchia, come possibili luoghi d´origine, ha aggiunto.

Alcuni si trovano in condizioni talmente buone che sembra non abbiano mai avuto corso.

Le monete sono state prosciugate dal Museo&Galleria d´Arte della Città di Bristol prima di essere portate al British Museum per ulteriori studi.

Se si scoprirà che le monete costituiscono un tesoro, secondo l´Atto dei Tesori del 1996, diverranno proprietà dello stato e saranno destinate ad un museo pubblico. Adams riceverà una ricompensa del valore al corrente valore di mercato delle monete.