sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
9 Marzo 2014 ARCHEOLOGIA
ilfattostorico.com
SCOPERTE ALTRE DUE TOMBE DEL PERIODO TARDO IN EGITTO
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Nella necropoli di Tel El-Tabila, in Egitto, gli scavi archeologici effettuati in una mastaba hanno portato alla luce due tombe, tre scheletri e numerosi ushabti - delle piccole statuette funerarie.I reperti sono stati datati al Periodo tardo dell'Egitto (664 - 332 a.C.). Una collezione di 14 amuleti è stata trovata sepolta accanto a una delle sepolture. L'amuleto più importante raffigura la triade di dèi Amon, Horus e Nefti.

Accanto al secondo scheletro è stata rinvenuta una collezione di 29 amuleti, tra cui uno scarabeo a forma di cuore e amuleti in granato. Vicino al terzo scheletro vi erano invece 12 amuleti con il famoso Occhio di Horo.Ali El-Asfar, a capo della sezione dell'Antico Egitto presso il Ministero delle Antichità, spiega che sono due le bare in pietra calcarea di forma antropoide con una mummia all'interno.

Nella prima, la mummia è coperta con un cartonnage dorato e decorato con geroglifici e con il cartiglio del faraone Psammetico I, della XXVI dinastia. La mummia è in cattivo stato a causa degli alti livelli di umidità.

Una cassetta di legno è stata inoltre trovata insieme ad amuleti e a 300 ushabti di faience in parte danneggiati.Tel El-Tabila è una necropoli e ospita una serie di tombe datate tra la XXII e la XXVI dinastia.

Recentemente, gli archeologi avevano già rinvenuto una collezione di 180 ushabti e un sarcofago in pietra calcarea dentro una mastaba del Periodo tardo dell'Egitto. Apparteneva a una donna chiamata Werty, figlia di Rtrs.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >