sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
15 Agosto 2013 PALEONTOLOGIA
Scritto da Redazione di Gaianews.it Gaia news
UN'ALTRA SCOPERTA INTENSIFICA IL MISTERO DELLA SCOMPARSA DEI NEANDERTHAL
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Un nuova scoperta, effettuata in due siti archeologici francesi, aggiunge un nuovo tassello alla definizione della civilta dei Neanderthal, che sempre di più va configurandosi come una civiltà evoluta e niente affatto meno sviluppata di quella dei Sapiens.La scoperta consiste nel ritrovamento di utensili in osso prodotti in serie, cioè con proceudre standardizzate. Si tratta di utensili utilizzati come lisciatoi e servivano a conciare le pelli.

I Neanderthal li ottenevano a partire dalle costole dei cervi. Fino ad oggi l'invenzione e l'utilizzo di questi utensili era stata attribuita ai Sapiens,

Negli scavi dei due siti archeologici Abri Peyrony e Pech-de-l'Azé, a sud-ovest della Francia, sono stati ritrovati i più antichi strumenti in osso per lavorare la pelli e renderli lucenti e resistenti: risalgono infatti a 50.000 anni fa.Sono stati due gruppi coordinati da Shannon McPherron, del Max Planck Institute a Lipsia, e Marie Soressi, dell'università di Leida nei Paesi Bassi ad aver fatto la scoperta in questi siti tipicamente neanderthaliani.

La ricerca è stata pubblicata su PNAS.

Secondo la teoria finora più diffusa, i Sapiens avevano una superiorità tecnica che permise loro di soprafare i Neanderthal. Ma oggi, questa, insieme ad altre scoperte, mettono in dubbio fortemente questa struttura.

"Per ora questi strumenti in osso sono una delle migliori prove che abbiamo che i Neanderthal stavano sviluppando in proprio una tecnologia precedentemente associata agli uomini moderni", osserva McPherron.

Questo fa pensare, secondo Soressi, "che i nostri diretti antenati abbiano acquisito questa tecnologia dai Neanderthal e questi strumenti sarebbero la prima prova della trasmissione di una tecnologia dai Neanderthal ai Sapiens".Infatti ciò che sappiamo riguardo ai Sapiens, ci dice che cominciarono a fabbricare i lisciatoi dopo essere arrivati in Europa, circa 40.000 anni fa.

Secondo la paleontologa Laura Longo, dei Musei Civici Fiorentini, questo è "un ulteriore tassello che testimonia la modernità comportamentale dei Neanderthal, che probabilmente hanno trasmesso molte più cose ai Sapiens di quanto si immagini".

Questa è la prima volta che si scoprono utensili in ossi per conciare le pelli per l'esperta significa molte cose. "Conciare le pelli indica che questi uomini avevano tempo da concedere a quest'attività e che quindi avevano raggiunto un'efficace strategia di gestione delle risorse, che accorciava i tempi per esempio per la ricerca del cibo, e che permetteva loro di dedicarsi anche ad altro".

Inoltre, spiega Longo "vi sono anche prove che questi uomini utilizzavano le piante officinali e i colori, come l'ocra".

Dunque anche secondo Longo la teoria della supremazia tecnologica dei Sapiens non tiene più. Altri devono essere stati i motivi, spiega Longo, "come l'aver indotto i Neanderthal, che erano abituati ai grandi spazi, a vivere in aree più ristrette, alterando l'equilibrio raggiunto e riducendo gli incontri fra i diversi gruppi che di conseguenza ha fatto diminuire il flusso genico e ha indebolito la popolazione".


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >