sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
25 Maggio 2013 PALEONTOLOGIA
di: Marco Ferrari Focus
BYE BYE SCIMMIE
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Due nuovi fossili chiariscono un punto cruciale della nostra storia: quando la linea che avrebbe portato alle scimmie antropomorfe e all'uomo si è separata dalle scimmie vere e proprie.

Secondo i paleontologi dell'Università dell'Ohio (Athens, Usa) questo avvenne da 27 a 30 milioni di anni fa, nelle pianure dell'Africa orientale. Le conclusioni derivano dalla scoperta di denti e mandibole fossili, assegnati a due specie diverse e datate con precisione 25, 2 milioni di anni fa.

La prima specie, Rukwapithecus fleaglei, ha caratteristiche che la accomunano alle scimmie antropomorfe; il fossile dell'altra, Nsungwepithecus gunnelli, invece, assomiglia di più a quelli che si chiamano cercopitecoidi, cioè gli antenati degli attuali macachi, babbuini e cercopitechi. Poiché i fossili sono così diversi l'uno dall'altro, secondo i ricercatori il processo di separazione delle due linee è avvenuto qualche milione di anni prima, cioè appunto attorno a 30 milioni di anni fa. L'ambiente che ha visto questo importante passo evolutivo è quello dell'Africa orientale, che in quel periodo stava diventando più ricco di laghi, montagne e savane. Un aumento degli habitat che ha spinto l'aumento di specie tra le scimmie che popolavano quegli ambienti. Una di quelle popolazione avrebbe, dopo milioni e milioni di anni, dato origine alla nostra specie.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >