sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
8 Dicembre 2012 PALEONTOLOGIA
Popular Archaeology
I PRIMI ESSERE UMANI MODERNI ERANO SUD-AFRICANI
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Una recente ricerca pubblicata sulla Gazzetta della Preistoria del Mondo, ha portato un certo numero di scienziati a suggerire che il Sud Africa sia stato il centro principale per lo sviluppo precoce del comportamento umano moderno . Ciò significa che le tecniche di apprendimento che si manifestano dallo studio della tecnologia dei moderni cacciatori-raccoglitori è nata in sud-africa e poi si è diffusa in tutto il mondo.

Il documento redatto dal famoso archeologo dell'Università Wits, Prof. Christopher Henshilwood, è la prima sintesi dettagliata di svariati siti del mesolitico (280.000 - 50.000 anni fa), compresi altri di epoca più moderna quali: Still Bay (datato al c 75.000 - 70.000 anni fa.) e Howiesons Poort (c. 65.000 - 60.000 anni fa).

Henshilwood sostiene che questi periodi sono stati marcatori significativi nello sviluppo dell' Homo sapiens in sud-Africa. Hanno presentato una serie di novità tra cui, ad esempio, la prima arte astratta (incisione ocra * e inciso struzzo guscio d'uovo), i primi gioielli(conchiglie), i primi strumenti in osso, il primo uso della tecnica di pressione per lo sfaldamento della selce, utilizzati in combinazione col riscaldamento per fare punte di lancia in pietra, e il primo utilizzo probabile di pietra punta frecce lanciate da prua. (Vedere gli esempi nella foto sotto).

"Tutte queste innovazioni, oltre a molte altre le stiamo ancora scoprendo e mostrano chiaramente come l'Homo sapiens in Africa australe a quel tempo erano cognitivamente molto avanti e che si comportava come noi europei. Si tratta di un buon motivo per essere orgogliosi dei nostri primi antenati comuni, che hanno vissuto e si sono evoluti in Sud Africa e che in seguito si sono sparsi nel resto del mondo dopo circa 60.000 anni ",


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >