sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
4 Settembre 2001 ARCHEOLOGIA
The Times
Imbarcazione dell´età del ferro scoperta presso un sito pagano
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Sono iniziate le operazioni di scavo di due navi di legno risalenti all´Età del Ferro, trovate sepolte in un centro di adorazione lunare antico 2500 anni.

I resti lignei risalenti all´età del Ferro costituiscono una rarità, e solo un´altra barca della stessa epoca, l´imbarcazione Hasholme, è stata trovata e conservata nel Regno Unito. Altre sono state individuate, ma subito disintegrate quando esposte all´aria.

Le barche recentemente scoperte, una datata al 450 a.C., si crede siano state usate dalla tribù dei Celti Coritani come traghetti lungo la via d´acqua e per pescare e cacciare.

Sono state trovate nel corso dello scorso mese, seppellite in una torbiera accanto al fiume Witham a Fiskerton, presso Lincoln, infitte contro i resti di pali di legno di quercia, che una volta dovevano formare due linee parallele per collegare le terre emerse della palude.

Le barche di legno nell´Età del Ferro, erano costruite da abili operai, mediante incisioni su un tronco di quercia, e sarebbero state poi azionate da uno o due rematori. Gli esperti sono emozionati dal ritrovamento di Fiskerton, perché associato ad un sito pagano. Scavi del 1981 nel luogo avevano portato alla luce i piloni che collegavano entrambe i siti ad un´età compresa tra il 457 a.C. ed il 317 a.C. ed una varietà di tesori che si crede siano stati dispersi nella palude come offerte alle divinità.

I piloni erano posti nel terreno al tempo delle eclissi lunari, prospettando così la possibilità che le popolazioni dell´Età del Ferro fossero capaci di prevederle.

Nonostante gli scavi delle barche siano appena cominciati, gli archeologi hanno già individuato importanti artefatti, inclusi un coltello d´osso con manico ed una testa d´ascia. E´ stata poi trovata una misteriosa misura di metallo con manico di legno probabilmente usata come moneta corrente; e, negli scorsi giorni un oggetto metallico che si crede fosse un fermaglio o la decorazione del manico di una spada.

Damian Goodburn, un anziano esperto, specializzato in lavori di legno e consulente del Museo di Londra, ha detto che la scoperta delle barche è indicativa. "I trasporti via fiume costituiscono un aspetto nascosto del passato. Studiando i segni lasciati dagli utensili possiamo comprendere in che modo la gente di allora creava le barche, e quanto tempo impiegava" ha riferito.

La meglio preservata delle due imbarcazioni è lunga 23 piedi e, secondo le stime del direttore del sito, Jim Rylatt, si data a circa il 300 a.C., ma potrebbe anche essere di 150 anni anteriore. L´altra si ritiene databile al tempo dell´occupazione romana. Potrebbero essere state abbandonate in seguito alla creazione delle file di piloni o potrebbero essere state deliberatamente lasciate lì come offerte votive.

Gli archeologi stanno effettuando scavi al sito poiché l´Agenzia per l´Ambiente ha iniziato un progetto da 16 milioni di sterline per rafforzare i banchi del Fiume Witham tra Lincoln e Boston.