sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
30 Settembre 2012 ARCHEOLOGIA
Eurekalert
DISSOTTERRATO A BASTIDA (SPAGNA) UN COMPLESSO FORTIFICATO DI 4200 ANNI
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 6 min. circa

Dissotterrato in Spagna un complesso fortificato di 4200 che è unico nel suo genere in tutta l'europa continentale.

Caratteristiche simili non sono stati osservati in altre costruzioni dell'età del bronzo, con mura spesse tre metri, in origine torri quadrate di dimensioni fino a sette metri, un ingresso monumentale e una porta ad arco ogivale postierla, un elemento completamente conservata architettonico unico in Europa in quel periodo.

Il muro protetto una città di misura 4 ettari situato in cima ad una collina. Con elementi architettonici che ricordano le persone con abilità orientali in stile militare, il suo modello è tipico delle civiltà antiche del Mediterraneo, come la seconda città di Troia.

L'allineamento e le caratteristiche rivelano una strategia accorta difesa, che ha rappresentato un nuovo modo di combattere, e la realizzazione di una struttura di potere violento e di classe che ha condizionato lo sviluppo di altre comunità nella penisola iberica durante i successivi sette secoli.

La scoperta pone nuovi interrogativi su ciò che si conosce l'origine delle disuguaglianze economiche e politiche in Europa, la formazione dei militari e la violenza ruolo svolto nella formazione delle identità.

Le scoperte fatte negli ultimi anni al punto di La Bastida l'importanza di questo sito preistorico in Europa, paragonabile solo alla civiltà minoica di Creta, e rappresentano una forte aggiunta alla proiezione del patrimonio nella regione di Murcia, in Spagna e in Europa in generale.

Gli scavi archeologici effettuati quest'anno presso il sito di La Bastida (Totana, Murcia) hanno fatto luce su un sistema di fortificazione imponente, unica per il suo tempo. La scoperta, insieme a tutte le altre scoperte fatte negli ultimi anni, ribadiscono che la città è stata la soluzione più avanzata in Europa, in termini politici e militari durante l'età del Bronzo (circa 4200 anni fa, -2200 aC-), ed è paragonabile solo a la civiltà minoica di Creta.

La scoperta è stata presentata oggi da Pedro Alberto Cruz Sánchez, Segretario della Cultura della Regione di Murcia e Vicente Lull, docente di Preistoria della Universitat Autònoma de Barcelona (UAB) e direttore dello scavo. L'evento comprendeva anche la presenza di Iván Martínez Flores, amministratore esecutivo della ricerca e responsabile dell'Area UAB per i progetti strategici.

La fortificazione era costituito da un muro di misura 2-3 metri di spessore, costruiti con grandi pietre e malta di calce e sostenuta da spesse piramide a base di torri si trovano a breve distanza di circa quattro metri. L'altezza originale del muro di difesa era di circa 6 o 7 metri. Finora sei torri sono stati scoperti lungo una lunghezza di 70 metri, sebbene l'intero perimetro della fortificazione misurata fino a 300 metri. L'ingresso al recinto era un passaggio costruito con possenti mura e le porte di grandi dimensioni, alla fine, tenuto chiuso da spesse travi in ​​legno.

Uno degli elementi architettonici più rilevanti scoperte è la porta ad arco ogivale postierla, o una porta secondaria, che si trova vicino all'entrata principale. L'arco è in ottime condizioni ed è il primo ad essere trovato in Europa preistorica. Precedenti si trova nella seconda città di Troia (Turchia) e nel mondo urbano del Medio Oriente (Palestina, Israele e Giordania), influenzato dalle civiltà della Mesopotamia e dell'Egitto. Ciò indica che le persone provenienti dal Medio partecipato alla costruzione della fortificazione. Queste persone avrebbero raggiunto La Bastida dopo la crisi che ha devastato la loro regione 4300 anni fa. Non è stato fino a circa 400 a 800 anni più tardi che civiltà come gli Ittiti e Micenei, o città-stato, come Ugarit, incorporate questi metodi innovativi nella loro architettura militare.

Una costruzione Progettato per Combattimento

La fortificazione di La Bastida è una costruzione impressionante per la sua monumentalità, la competenza dimostrata in architettura e ingegneria, la sua antichità e perché ci aiuta oggi a conoscere un passato così lontano che è anche facilmente riconoscibile nel presente. Esso rappresenta anche una novità nella tecnica di attacco e di difesa fortificazioni, soprattutto sul fronte militare. La costruzione è stata progettata esclusivamente per scopi militari, da parte di persone con esperienza nella lotta contro i metodi sconosciuti in quei tempi in Occidente.

Le torri e le mura esterne denotano una conoscenza avanzata di architettura e ingegneria, con pendenze superiori al 40 per cento. La malta di calce utilizzata offerto eccezionale solidità alla costruzione, fortemente tenendo le pietre e rendere impermeabile il muro, ed eliminando eventuali attaccanti elementi poteva trattenere.

La postierla, come un ingresso nascosto e coperto, richiesto una pianificazione grande struttura difensiva nel suo complesso e della tecnica ingegneristica corretto per adattarlo perfettamente con la parete.

Prima città dell'Europa continentale Età del Bronzo

Gli ultimi scavi e il risultato della datazione al carbonio 14 indica che La Bastida è probabilmente la città più potente d'Europa durante l'età del bronzo e un sito fortificato da quando è stato costruito, in circa 2200 aC, con un sistema di difesa mai visto prima in Europa .

La fortificazione non è stata l'unica scoperta fatta. Dal 2008 al 2011, gli scavi portato alla luce grandi residenze di misura oltre 70 metri quadrati, distribuiti in tutta la città, quattro ettari. Le grandi case ed edifici pubblici sono stati alternati con altre costruzioni più piccole, separate da tutte le voci, i corridoi e le piazze. Una grande piscina detenuto da una diga di 20 metri con una capacità di circa 400.000 litri di acqua inoltre indica chiaramente che la popolazione della città era di una complessità e di aver utilizzato tecniche avanzate incomparabili ad altre città del suo tempo.

Le scoperte fatte a La Bastida rivelano un militare, rottura politica e sociale: la creazione di una società violenta e classista sentenza, che durò sette secoli e condizionato lo sviluppo di altre comunità che vivono nella penisola iberica. Nel complesso, gli archeologi stanno ridefinendo ciò che è noto l'origine delle disuguaglianze economiche e politiche in Europa, così come istituzione militare e il ruolo svolto dalla violenza nella formazione delle identità.

Un Parco archeologico unico in Spagna

Gli scavi di La Bastida sono guidati dal Gruppo di ricerca di Archaeoecology Sociale del Mediterraneo (asome) della Universitat Autònoma de Barcelona (UAB), formata da docenti Vicente Lull, Rafael Micó, Cristina e Roberto Rihuete Risch. Il gruppo di ricerca riceve il sostegno e il finanziamento del Dipartimento del Ministero della Cultura Regionale Cultura di Murcia, la UAB, e il Comune di Totana. I Ministeri spagnolo dell'Industria, del commercio e del turismo, e di Economia e competitività anche dare un sostegno finanziario al progetto.

La Bastida saranno interventi di scavo con l'obiettivo di diventare un parco archeologico unico aperto al pubblico e che consiste in un museo monografico, un centro di ricerca e documentazione, e la parte del sito aperto ai visitatori. Avanzando e il mantenimento di questo progetto dipenderà dall'impegno dimostrato da varie istituzioni pubbliche e gli operatori sociali che partecipano allo scavo di La Bastida.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >