sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
7 Agosto 2012 ARCHEOLOGIA
Nevine El-Aref http://weekly.ahram.org
SCOPERTA VICINO A GIZA LA PIU' ANTICA BARCA FUNERARIA MAI RINVENUTA
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

Situato a otto chilometri a nord-ovest della piana di Giza, Abu Rawash contiene tracce di resti archeologici che risalgono a vari periodi storici che vanno dalla preistoria alle epoche copte.

Abu Rawash visualizza le strutture funerarie esclusivi relativi non solo ai diversi periodi antichi egiziani ma anche i loro luoghi di culto fino a molto tardi nel tempo.

Ci presso la necropoli preistorica risalente al periodo arcaico e situato nella zona settentrionale della Mastaba numero sei (un tetto piatto struttura di sepoltura), egittologi dell'Istituto Francese di Archeologia Orientale del Cairo (IFAO) hanno scoperto 11 pannelli in legno di un funeraria barca usata dagli antichi Egizi per trasportare l'anima del loro re defunti nell'aldilà a destra per l'eternità. E 'la prima barca ad esempio mai trovato.

"La barca è in una condizione molto ben conservato ed è quasi intatto, grazie al potere conservazione dell'ambiente arido deserto, " Ministro di Stato per le Antichità ha dichiarato Mohamed Ibrahim. Ha aggiunto che ogni pannello di sei metri di altezza e 1, 50 metri di larghezza.

Ibrahim ha continuato affermando che i primi studi dei pannelli ha rivelato che la barca apparteneva a Den re della prima dinastia, che non è stato sepolto ad Abu Rawash, ma la cui tomba è stata trovata nella necropoli regale dei re della prima dinastia nella città dell'Alto Egitto di Abydos.

A causa della sua giovane età, il re Den condivise il trono con la madre, Meritneith. Si diceva che Den era il miglior sovrano archeologicamente attestato della sua epoca. Ha portato prosperità alla terra, e molte innovazioni sono state attribuite al suo regno. Egli fu il primo ad utilizzare granito nella costruzione e decorazione, e il pavimento alla sua tomba è in granito rosso e nero.

Durante il suo regno Den stabilito molti dei modelli di rituale di corte e di diritti usato dai suoi re successore.

Le scoperte di recente pannelli della barca sono stati trasportati al Museo Nazionale della Civiltà previsto egiziana (NMEC) per il restauro e la ricostruzione nei laboratori del museo. Una volta che il museo è aperto l'anno prossimo, la barca funebre saranno esposte nella Sala del Nilo.

Re Den barca è lontana dalla barca funeraria primo ad essere scoperto. Nel 1954 lo storico e archeologo Kamal El-Malakh scoperto le due barche solari della quarta dinastia re Khufu intatta all'interno di due pozzi accanto alla piramide. Una di queste barche è stata restaurata e ricostruita dal famoso restauratore Ahmed Youssef ed è stato messo in mostra in una sala speciale mostra vicino alla Grande Piramide, mentre il secondo è rimasto nella fossa fino al 1992 quando un team giapponese archeologica svolto attività di ricerca sulla barca all'interno della fossa. Nel 2011, i giapponesi-egiziano missione è iniziata la prima tappa di una tre-fase del progetto per sollevare i pannelli di cedro, ricostruire la barca e metterla in mostra al fianco del suo gemello della prevista Grand Museo Egizio (GEM) che si affaccia piana di Giza, che dovrebbe essere aperto nel 2015.

Il sito di Abu Rawash è stata descritta nel 19 ° secolo dai viaggiatori europei tra cui John Howard Vyse e Perring Shae. Quattro decenni dopo che Karl Lepsius ha pubblicato i risultati delle sue ricerche sul complesso della piramide del re Djedefre, figlio del Grande Piramide builder Re Khufu, nel 1842, Flinders Petrie - noto come il padre dell'egittologia - ha condotto un'indagine sul complesso funerario tra il 1880 e il 1882.

Nel 1901 e 1902, il IFAO è stata la prima missione per iniziare gli scavi archeologici di approfondimento presso il ³ Yade orientale fa della piramide ad Abu Rawash. Lo scavo è stato condotto dal direttore IFAO Emile Chassinat, che ha scoperto alcuni complessi archeologici tra cui i resti di un insediamento funerario, un pit barca vuota e numerosi frammenti di statue che portava il nome del re Djedefre, che ha consentito l'identificazione del proprietario tomba. Sotto la direzione di Pierre Lacau, il IFAO ha proseguito il lavoro di scavo e trovato nuove strutture ad est della piramide di Djedefre.

Tuttavia, una presenza anteriore è stato indicato ad Abu Rawash come è stato evidenziato da oggetti recanti i nomi dei primi dinastia re Aha e Den che si trovavano nei pressi della piramide.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >