sei in Home > Storia > News > Dettaglio News
2 Febbraio 2012 STORIA
ilfattostorico.com
Trovata la spada di Nelson?
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Il subacqueo inglese Mark Ellyatt è convinto di aver trovato una spada appartenuta a Lord Nelson: si trova nel relitto di una nave da guerra britannica al largo del Libano, a 150 metri di profondità.

Ellyatt pensa che la spada sia solo uno degli oggetti legati al famoso ammiraglio che erano a bordo della HMS Victoria al momento del naufragio, nel 1893.

La nave andò perduta, insieme a metà dell'equipaggio, in seguito a un errore di monovra disastroso del vice ammiraglio George Tryon.Il vice-ammiraglio Tryon era un grande ammiratore di Horatio Nelson (morto 88 anni prima) e si diceva che avesse portato a bordo una collezione degli effetti personali del suo eroe, acquistati a un'asta.

Ellyatt ha esplorato la cabina di Tryon e un armadio adiacente, che lui descrive come "come un santuario" contenente una serie di oggetti che potrebbero essere appartenuti a Nelson.

L'allettante prospettiva ha suscitato l'interesse da parte del Ministero della Difesa, che ha la proprietà legale del relitto.

Ellyatt, che fa parte del team che esplora il relitto dal 2004, ha dichiarato: "Il Ministero della Difesa ha voluto conoscere il luogo preciso di tutto ciò che a che fare con Nelson. Non volevano che qualcosa arrivasse sui siti d'asta. Erano molto interessati alla spada, ma sembravano averci ripensato quando mi sono offerto di recuperarla per loro. Non voglio che della gente vada giù a spogliare la nave".

"Vorrei portare la spada in superficie, aggiunge, ma temo che verrebbe sequestrata dalle autorità locali. Se gli oggetti dovessero essere recuperati, mi piacerebbe vederli finire in un museo nel Regno Unito".La perdita dell'HMS Victoria, l'orgoglio della flotta vittoriana e nave ammiraglia dello squadrone navale del Mediterraneo, rimane uno degli episodi più imbarazzanti nella storia della Royal Navy.

Una flotta di 11 navi da guerra si stava esercitando tranquillamente nel giugno del 1893. Le navi erano divise in due colonne parallele ed erano pronte a gettare l'ancora, quando Tryon ordinò alle navi in testa a ogni colonna la Victoria e l'HMS Camperdown di voltarsi l'una verso l'altra e girare a 180 gradi.

Nonostante gli ufficiali più giovani avessero espresso la preoccupazione che le due navi non avrebbero avuto spazio sufficiente per manovrare, entrambe le imbarcazioni seguirono gli ordini e alla fine si scontrarono.

Mentre Tryon affondava con la sua nave, i sopravvissuti dissero che le sue ultime parole furono "È tutta colpa mia". Morì insieme a 357 marinai.

TAG: Musei

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >