sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
3 Gennaio 2004 ARCHEOLOGIA
news.com.au
Trovato l´Endeavour?
tempo di lettura previsto 2 min. circa

E´ stato perso per due secoli, ma ricercatori statunitensi sembrano essere pronti all´allungo finale nella ricerca dell´Endeavour del Capitano James Cook.

Cinque anni or sono, si credeva che il reperto marino di maggior valore dell´Australia fosse affondato in 12 metri di acque torbide nel corso della Guerra d´Indipendenza nelle acque a largo di Newport. Ma i precari mezzi di esplorazione subacquea, la confusione tra differenti relitti, i saccheggi e la mancanza cronica di finanziamenti, hanno posticipato indefinitamente le operazioni di verifica e recupero.

Il Rhode Island Marine Arcaheology Project questo mese rilascerà un rapporto che ci si aspetta - caldeggi uno scavo più "aggressivo" del relitto coperto di fango. Il direttore del progetto, Kathy Abbass, ha dichiarato recentemente che indagini subacquee e nuove scoperte nei documenti inglesi offrono "ulteriori conferme" che il relitto fosse la nave che, tra il 1768 ed il 1771 condusse il Capitano Cook in giro per il mondo. La lunghezza del vascello, circa 45 metri, corrisponde a quella dell´Endeavour e i manufatti recuperati al sito che includono ceramiche, vetri e cuoio, corrispondono al periodo del naufragio.

Originariamente battezzata Earl of Pembroke, l´Endeavour fu costruita nel 1764 come cargo per carichi pesanti.

Nel 1728, la Marina Inglese ordinò che la nave - dal fondo piatto- fosse rimessa in sesto e ribattezzata con il nome di HMB Endeavour, per il viaggio verso il Pacifico.Nel corso di questo viaggio, il Capitano Cook ed il suo equipaggio di 94 membri, mapparono più di 8000km di coste precedentemente sconosciute, incluse la Nuova Zelanda e l´Australia orientale.

Al suo ritorno, fu utilizzata per diverso tempo come nave per rifornimenti; poi nel 1775 fu venduta.

Nel 1776, dopo nuove riparazioni, fu rinominata Lord Sandwich e posta al servizio governativo come nave cargo prima di essere inviata a New York.

Si cerca conferma del fatto che si trovasse tra le navi affondate presso le secche di Newport nel 1793.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >