sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
8 Giugno 2019 ARCHEOLOGIA
Hurriyet Daily News
IL SACCHEGGIO DEI REPERTI DI TROIA E'10 VOLTE MAGGIORE DI QUANTO STIMATO
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Il numero di reperti rinvenuti nell'antica città di Troia e contrabbandati fuori dal paese potrebbe essere 10 volte superiore a quanto stimato in precedenza, secondo un documento recentemente rinvenuto nell'archivio ottomano.

Ali Sönmez, professore associato nel dipartimento di storia dell'Università di Çanakkale Onsekiz Mart, ha scoperto un rapporto, scritto da Ä°zzeddin Efendi e datato 3 maggio 1884, che elenca 73.139 reperti rubati dopo scavi archeologici all'interno dei confini del villaggio di Tevfikiye nel provincia nord-occidentale di Çanakkale .

"Il documento presenta informazioni totalmente nuove. Ä°zzeddin Efendi, che aveva condotto un'indagine [sul contrabbando], sottolinea che il valore totale dei manufatti ammontava a 15 milioni di lire ottomane. Descrive i manufatti con ogni dettaglio, indicando che ha avuto una buona conoscenza delle indagini ", ha detto Sönmez al quotidiano Hürriyet il 14 maggio.

"Fa descrizioni come:" Alcuni dei suddetti braccialetti erano induriti dal martello, altri erano fatti di fili. E alcuni di loro erano intarsiati di filigrana. " Una parte sostanziale di questi artefatti non sono ora nei musei. Erano o fusi o inclusi in collezioni di concetti non correlati ", ha detto Sönmez.

Secondo il rapporto, Efendi, capo dei servizi doganali dell'ex provinciale, aveva parlato con altri doganieri insieme ai lavoratori che hanno preso parte agli scavi. Ha presentato il rapporto al Ministero dell'Istruzione dell'Impero Ottomano.

L'archeologo tedesco Heinrich Schliemann ha condotto il primo studio archeologico nel sito, facendo luce su una storia di 5000 anni. In seguito fu accusato di contrabbando di tesori all'estero nel 1873.

Nel suo libro "Ilios" pubblicato nel 1881, Schliemann sosteneva che il numero totale di manufatti di contrabbando era di 8.833.

"Un altro pezzo è stato trovato nel Museo Pforzheim in Germania. Inoltre, un pezzo appartenente ai tesori di Troy è stato venduto all'asta in Svizzera. Alcuni di loro sono stati dati come tangenti. Ha dato via alcuni di loro come regali, mentre ne conserva alcuni per sé. La maggior parte dei pezzi che ha menzionato in "Ilios" non sono ora nei musei ", ha detto l'accademico Göksel Sazcı, autore di un libro sugli artefatti di Troia .


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >