sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
6 Giugno 2019 ARCHEOLOGIA
di Matteo Rubboli https://www.vanillamagazine.it
3.600 anni fa le Donne dell'Antico Egitto usavano un efficace Test di Gravidanza
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

I moderni test per verificare lo stato di gravidanza consentono a una donna di conoscere la propria condizione grazie alla reazione chimica dell'urina, che conferma o smentisce la presenza di un particolare ormone, la Gonadotropina corionica, presente solo nelle donne incinte. 3.600 anni fa, nell'Antico Egitto, le donne facevano qualcosa di simile:

Urinavano in un sacchetto d'orzo e in un sacchetto di farro, e poi attendevano gli sviluppi.

Ovviamente non si trattava di un test in grado di restituire la risposta in qualche minuto, ma entro qualche giorno si potevano conoscere gli esiti dell'esperimento. Autore dell'ultimo studio è Kim Ryholt, egittologo di fama mondiale, a capo della collezione dei papiri Carlsberg presso l'Università di Copenaghen, che afferma:

Questo antico metodo era già stato studiato dagli storici della medicina, ma presso l'Università Danese si è recentemente completata la traduzione dei geroglifici che confermano le ipotesi precedenti.

Se l'orzo cresce è un maschio. Se cresce il farro è una femmina. Se né l'orzo né il farro danno segni di germogli il test veniva considerato negativo

Il test era efficace?

Sembra incredibile a dirsi, ma secondo il National Institutes of Health statunitense, uno studio del 20° secolo ha confermato le ipotesi delle antiche donne egizie.

Il test aveva un'accuratezza del 70%.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >