sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
25 Novembre 2018 SCIENZA
https://www.curioctopus.it
Inventato il primo prototipo di aereo a propulsione ionica
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Inventato il primo prototipo di aereo a propulsione ionica: gli aerei del futuro saranno senza carburante.

Gli scienziati hanno fatto un notevole passo avanti verso la creazione di un aereo non alimentato da carburante. La ricerca è frutto di anni di studio di un gruppo di ricercatori del MIT (Massachusetts Institute of Technology) guidato da Steven Barret, che ha creato un prototipo di aereo ad alimentazione "elettro aerodinamica"che utilizza un "propulsore ionico" e quindi privo di eliche o motori a reazione.

Dal 2016 al 2018 è stato creato un prototipo alare di 5 metri con il peso di circa 2, 45 Kg, la particolarità sta tutta nelle ali che sono il vero e proprio ritrovato tecnologico. Tutta quanta la superficie alare è attraversata da degli elettrodi sottili: nella parte anteriore ci sono dei fili caricati con 20.000 Volt positivi, mentre nella parte posteriore c'è un piccolo profilo aerodinamico caricato a 20.000 volt negativi.

L'idea di base è creare un forte campo elettrico tra il fronte e il retro dell'ala che ionizza l'aria accelerandola e producendo un vento ionico che genera portanza. Spiegato in parole povere è lo stesso principio che avviene quando sfreghiamo un palloncino sopra la testa di qualcuno! Ovviamente riprodurre tutto ciò su un prototipo vero e proprio è molto più complicato rispetto a un palloncino! Durante i 10 voli di prova l'aeromodello è riuscito a volare per circa 60 metri in 12 secondi, all'interno di uno spazio chiuso con un'efficienza di spinta di circa il 2, 6 %.

Stando ai calcoli l'efficienza è direttamente proporzionale alla velocità raggiunta (così come negli attuali aeromobili) e a una velocità di circa 1080 Km/h si raggiungerebbe un valore di circa il 50%. Il concetto sviluppato dal MIT e da Steven Barret è tecnicamente simile ai propulsori utilizzati sui mezzi che operano nello spazio. L'unica differenza è che in questi ultimi la ionizzazione avviene tramite la combustione di un propellente che produce spinta, mentre il prototipo sviluppato dal MIT non necessita di alcun tipo di carburante. Quel che serve al momento sono soltanto cavi sottili e una batteria al litio ricaricabile!

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >