sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
4 Ottobre 2017 ARCHEOLOGIA
Al Ahram
RITROVATA LA TESTA IN GESSO DEL FARAONE AKENATHON
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Una missione archeologica britannica-egiziana dell'Università di Cambridge ha scoperto una testa di gesso da una statua del re Akhenaten (intorno al 1300 aC) durante le operazioni di scavo a Tel El-Amarna nel governatore di Minya dell'Egitto.

La testa - lunga 9 cm, lunga 13, 5 cm e larga 8 cm - è stata scoperta durante i lavori di scavo nella prima sala del tempio grande Atun di Tel-El-Amarna, segretario generale del Consiglio supremo di antichità Mostafa Waziri, a Ahram Online .

Waziri dice che la scoperta è importante perché spinge più luce sulla città che era capitale dell'Egitto durante il regno di re Akhenaten, il 10 ° faraone della 18a dinastia, il cui regno era tra le più controverse nell'antica storia egiziana.

La missione dell'Università di Cambridge è guidata dall'archeologo Barry Kemp, che ha iniziato gli scavi a Tel El-Amarna nel 1977 in diversi siti tra cui il grande tempio di Aten, il villaggio di Al-Ahgar, il palazzo del Nord e le case di Re e Banehsi, secondo il regista Generale di Antichità nel Medio Egitto Gamal El-Semestawi.

La missione ha anche svolto lavori di restauro presso il tempio del piccolo Atun e il palazzo del nord.

Tel El-Amarna, che si trova a circa 12 chilometri a sud-ovest della città di Minya, custodisce le rovine della città costruita dal re Akhenaten e dalla moglie Regina Nefertiti per essere la casa del culto del dio di dio Aten.

Le rovine di questa grande città includono magnifici templi, palazzi e tombe.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >