sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
13 Gennaio 2011 PALEONTOLOGIA
http://www.nhm.ac.uk/
GLI ANTICHI DENISOVANI E COME HANNO INFLUENZATO L'ALBERO GENEALOGICO UMANO
FOTOGALLERY
Ancient dente molare da Denisova Cave in Siberia. Gli scienziati hanno ottenuto l\'informazione genetica del dente, così come di un osso dito trovate nelle grotte, rivelando una connessione a persone che vivono oggi. © MPI-EVA, Lipsia
Cranio di un uomo di Neanderthal, Homo neanderthalensis
Cranio di Homo heidelbergensis, la specie umana antica, che potrebbe essere l\'antenato del Denisovan mistero umano.
Ricostruzione di una femmina di Homo erectus cranio dalla Cina
tempo di lettura previsto 4 min. circa

Il mese scorso gli scienziati hanno rivelato la prova straordinaria di un nuovo gruppo di umani antichi chiamati Denisovani che si incrociarono con la nostra specie e han lasciato una traccia genetica in persone che vivono nel sud est asiatico di oggi.

Un team internazionale, tra cui ricercatori del Max Planck Institute in Germania, ha effettuato uno studio genetico di un osso dito e un dente molare scoperti in una grotta sui monti Altai, Denisova in Siberia. Essi han sequenziato il genoma e han scoperto che questo essere umano antico condivide il 4-6% del proprio materiale genetico con alcune popolazioni presenti nella melanesia.

Nel mese di marzo, il team ha ottenuto un mitrochondrial DNA completo (mtDNA) di sequenza per l'osso stesso dito, datata a circa 40.000 anni fa, dimostrando che si trattava di un uomo moderno, però né umano né Neanderthal .

Professor Chris Stringer, esperto di origini umane presso il Museo di Storia Naturale, ha commentato su questa ricerca, 'Il recupero di DNA mitocondriale da Denisova Cave era un sufficiente sviluppo entusiasmante, ma questo ultimo lavoro di molti della stessa squadra è a dir poco sensazionale.

'Questo nuovo lavoro è emerso che il fossile femmina osseo dito era in realtà leggermente più vicino geneticamente a Neanderthal che per gli esseri umani moderni, ma qualche altra cosa ancora più notevole è stato rivelato: i Denisovani erano anche collegati a un gruppo di esseri umani viventi - melanesiani, che vivono in alcuni delle isole del sud est asiatico. '

I primi esseri umani moderni incrociarono i Denisovani

'La spiegazione più plausibile per questo evento, ' ha detto Stringer, 'è che Denisovani erano presenti più a sud, così come in Siberia, e le popolazioni pre-melanesiano avevano probabilmente effettuato una migrazione dall'Africa attraverso il sud-est asiatico dove potevano essersi incrociati con alcuni di questi Denisovani, raccogliendo circa il 5% dei loro geni.

Gli esseri umani moderni ( Homo sapiens ) migrarono dall'Africa tra 55, 000-60, 000 anni fa. Una domanda intrigante per gli scienziati è stato se si incrociarono con altre specie umana in quanto sparsi in tutto il resto del mondo.

Lo scorso maggio, gli scienziati hanno ottenuto la prova genetica che ha dimostrato che gli esseri umani moderni al di fuori dell'Africa genetica condividere informazioni con gli uomini di Neanderthal, Homo neanderthalensis, il che suggerisce che essi devono essersi incrociati con loro (gli uomini di Neanderthal si estinse circa 30.000 anni fa). E ora i geni Denisova sono stati aggiunti al mix genetico umano. Ma come mai di questo incrocio è rimasto solo il 4/5 %?

Stringer ha detto che sui dati presenti potrebbero essere solo sono stati due: uno nel Medio Oriente, forse 60.000 anni fa, con la trasmissione di circa il 2, 5% dei geni negli esseri umani di Neanderthal fuori dell'Africa, e una successivamente nel sud est asiatico, che ha aggiunto un ulteriore 5%, del DNA dei Denisovani gli antenati dei moderni melanesiani.

Chi sono i Denisovani?

Mentre gli esseri umani moderni lasciarono l'Africa circa 60.000 anni fa, c'erano anche prima migrazioni umane, ad esempio, l'Homo erectus di circa 1, 75 milioni di anni fa.

Tuttavia, Stringer ha detto che il lignaggio Denisovano probabilmente si era evoluto in parallelo con quelli di Neanderthal e dell'uomo moderno e dopo la ricerca nel mese di marzo, egli ha suggerito avrebbe potuto essere una prima diramazione di Homo heidelbergensis (i cui fossili sono conosciuti da circa 500.000 anni fa ).

Ricostruzione di una femmina di Homo erectus cranio dalla Cina

Ciò spiegherebbe anche il mistero di alcuni crani asiatici non identificati . 'Ci sono vari fossili asiatici che sono stati difficili da classificare da siti in India (Narmada) e Cina (per esempio Dali, Jinniushan), ' ha detto Stringer.

'Sembrano diversi da H. erectus, ma non assomigliano neanche all'uomo di Neanderthal o l'uomo moderno, e mi hanno suggerito che alcune di esse possono essere state la tarda sopravvivenza di esemplari della specie che ha dato luogo a Neanderthal e H. sapiens più ad ovest: heidelbergensis H . A seguito dei primi risultati sullo studio dei Denisoviani, ho ipotizzato che questo mtDNA potrebbe essere derivato da un superstite heidelbergensis che han vissuto in Siberia . '

Così, in Europa, H. heidelbergensis ha dato luogo a uomini di Neanderthal, in Africa, hanno dato luogo a noi (esseri umani moderni), e in Asia, forse ai Denisovani .

Stringer sottolinea che tale ricerca solleva molte questioni fondamentali circa l'evoluzione umana sia passata che presente. gli scienziati saranno presto in grado di confrontare il DNA umano con fossili di Denisovani più completi, se si troveranno altri fossili asiatici. Quando questo avverrò sarà di grande importanza per chiarire l'evoluzione della razza umana nell'intera regione.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >