sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
9 Gennaio 2011 ARCHEOLOGIA
Latin american Herald Tribune
Una miniera di 12000 anni nel nord del Cile
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

SANTIAGO - Una miniera da cui una cultura preistorica estraeva ossido di ferro 12000 anni fa è stata scoperta nel nord del Cile da un gruppo di archeologi, secondo il giornale El Mercurio.

La ricerca si è svolta nella gola di San Ramon nel 2008, anche se questa è la prima volta che il team archeologico l'ha rivelato pubblicamente, e - dicono - potrebbe portare un importante contributo alla comprensione delle culture preistoriche che vivevano nella zona Taltal, circa 1100 chilometri a nord di Santiago.

L'antico popolo che sfruttava la miniera apparteneva alla cultura Huentelauquen, e utilizzava l'ossido di ferro per scopi cerimoniali, hanno detto gli archeologi.

Questa è la più antica miniera scoperta nelle Americhe, molto più vecchia di un'altra, utilizzata 2500 anni fa, scoperta negli Stati Uniti, ha detto Diego Salazar, professore dell'Università del Cile.

In Sud Africa è stata scoperta una miniera di 40000 anni, in Australia ce n'è una utilizzata 30000 anni fa e in Grecia ce n'è una di 15000 anni, Salazar ha detto.

La cultura di Huentelauquen, che abitava la zona, fu scoperta nel 1961 e molto poco si sa circa i suoi membri, che erano nomadi cacciatori e raccoglitori ma vivevano anche di pesca e della raccolta di molluschi.

Lo sfruttamento della miniera "indica l'importanza dell'attività religiosa nel loro modo di vita perché l'ossido di ferro non è commestibile, non viene venduto, non è mai stato comprato" ma era utilizzato come pigmento colorante nei riti religiosi, ha detto Salazar.

È stato accertato che le mummie trovate più lontano a nord nella zona Arica e la cui età è stata calcolata a circa 10000 anni erano tinte con ossido di ferro, ha detto l'archeologo.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >