sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
7 Gennaio 2011 PALEONTOLOGIA
Bruce Bower wired.com
Ötzi, l'Uomo dei ghiacci, può avere avuto una cerimonia funebre
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

L'Uomo dei ghiacci, soprannominato Ötzi, vissuto tra 5350 e 5100 anni fa, faceva parte di una popolazione geneticamente diversa dal ceppo europeo.

Dalla scoperta nel 2001 di una punta di pietra nella spalla sinistra di Ötzi, molti scienziati hanno ipotizzato che qualcuno avesse ucciso Ötzi con una freccia, mentre cercava di fuggire attraverso un passo di montagna dopo una lotta finita male.

Ma una nuova analisi della distribuzione degli effetti personali di Ötzi intorno al corpo, pubblicata nel numero di settembre di Antichità, propone la possibilità che OTZI sia morto a bassa quota vicino ai suoi parenti, che dopo la sua morte lo avrebbero portato in montagna per un ultimo commiato.

C'era un insieme di pietre che formavano una piattaforma, a circa 20 metri in salita dal punto dove gli escursionisti lo trovarono, a strapiombo sopra un burrone, ha detto l'archeologo Alessandro Vanzetti dell'Università La Sapienza di Roma.

"Molti ricercatori non hanno mai messo in dubbio la teoria della morte di Oetzi, che cioè fosse stato ucciso da una freccia mentre scappava, e non si sono mai soffermati sulla disposizione del corpo e dei manufatti", spiega il co-autore Luca Bondioli, del Museo Nazionale Preistorico Etnografico a Roma.

L'archeo-botanico Klaus Oeggl dell'Università di Innsbruck, in Austria, ha riferito nel 2000 che alte concentrazioni di un legante, utilizzato negli attrezzi di Ötzi, non si trovavano proprio vicino al suo corpo, ma su un crinale vicino che comprende la piattaforma di sepoltura citata dal gruppo di Vanzetti.

Oeggl concorda sul fatto che i cicli di riscaldamento e di gelo ha causato il corpo di Oetzi a passare da una posizione iniziale di riposo sul crinale al burrone. Ma nessuna prova convincente che dimostra come le pietre sul crinale sono stati messi lì per formare una piattaforma di sepoltura, dice.

Eppure, Oeggl dice: "Questa nuova ipotesi per la prima volta parla di una sepoltura in modo sostanziale".

Ötzi morì probabilmente in montagna da solo e vicino a dove ha subito un infortunio mortale, sostiene biologico antropologo Albert Zink, direttore del l'Istituto per le Mummie e l'Iceman di Bolzano, Italia. Dell'Uomo venuto dal ghiaccio articolazioni e la colonna vertebrale non presentano dislocazioni che sarebbe risultato da un continuo ribasso. coaguli di sangue intatto nella sua ferita freccia avrebbe mostrato i danni se il corpo fosse stato portati su per la montagna, Zink aggiunge.

Se le osservazionii di Zink son corrette, il riscaldamento ed i cicli di congelamento dovrebbe avere sparso casualmente le sue cose. Invece, una analisi matematica della posizione di manufatti recuperati attorno ad Ötzi rivelano due principali agglomerati di elementi, uno sulla piattaforma di pietra proposta e un altro nel burrone dove il suo corpo giaceva.

Una cornice zaino riposato sulla piattaforma, intrappolati da una roccia sporgente. Ciuffi di capelli umani e animali, frammenti di vegetali, schegge di alberi freccia e un'ascia laici nelle vicinanze.

Resti di un tappetino di erba, considerati come un soprabito da molti ricercatori, sono stati trovati vicino al corpo di Ötzi. Il gruppo di Vanzetti ha detto che il tappeto faceva parte di un sudario funebre.

Ötzi-oggetti comprendono un arco di legno grezzo e rami d'albero per realizzare freccie, ma senza le selci, che ha senso come offerte di sepoltura di un cacciatore perché non li avrebbe utilizzati, hanno aggiunto i ricercatori.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >