sei in Home > Storia > News > Dettaglio News
17 Dicembre 2010 STORIA
http://www.archnews.co.uk
Si STANNO RECUPERANDO I CORPI DI 20.000 GIAPPONESI UCCISI NEL 1945 A JWO JIMA
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

La battaglia di Iwo Jima iniziato il 19 febbraio 1945, continuò sino al 26 marzo 1945. La battaglia fu una grande iniziativa della campagna del Pacifico della Seconda Guerra Mondiale. L'invasione marina, conosciuta come Operazione distacco, aveva la missione di catturare gli aeroporti dell'isola, che fino a quel momento avevano tormentato le missioni di bombardamento statunitense a Tokyo. Una volta che le basi fossero state garantite, si sarebbe potuto procedere all' invasione della terraferma giapponese.

Le postazioni dell'esercito imperiale giapponese sull'isola erano pesantemente fortificate, con vasti bunker, artiglieria nascosta, e 18 chilometri di gallerie. La battaglia fu il primo attacco degli Stati Uniti in terra Giapponese e le isole Home furono difese con tenacia dai soldati imperiali . Dei 21.000 soldati giapponesi presenti all'inizio della battaglia, oltre 20.000 sono stati uccisi e solo 1.083 prigionieri.

Due fosse comuni sono state scoperte sull'isola vulcanica da squadre di ricerca civili nel mese di ottobre, dopo oltre 65 anni, dopo cinque settimane di feroci combattimenti che culminò in una vittoria americana.

Gli archeologi sono ora impegnati nel compito truce di riesumare i corpi oltre a cercare di ottenere prove sufficienti per consentire di identificare i corpi. Uno dei archeologi ha detto che le ossa erano mal confuse che riflettono come gli americani han frettolosamente sepolti i corpi dopo la battaglia. I resti che non potranno essere identificati verranno inviati ad una tomba per i soldati sconosciuti a Tokyo.

La scoperta dei resti è stata una delle più grandi scoperte degli ultimi decenni al fine di trovare i corpi di circa 12.000 giapponesi che restano ancora dispersi e presumibilmente morti dopo la battaglia del 1945 sull'isola, che è stato rinominato Iwoto dal governo giapponese.

L'ex campo di battaglia è stata volutamente dimenticata dal popolo giapponese, la maggior parte dei quali l'associano ad un periodo buio della sua storia nazione. Tuttavia film recenti come le lettere di Clint Eastwood film premio Oscar da Iwo Jima (2006) e nel Pacifico hanno portato la battaglia nella coscienza delle nazioni. Il governo di Tokyo ha ora deciso che era ora il momento giusto per recuperare i corpi dei suoi soldati caduti in battaglia. Essa si è fissato il termine di tre anni per completare questa operazione truce

Ricerche su piccola scala condotte dal 1950 hanno fatto poco per recuperare i corpi dei combattenti giapponesi, molti dei quali sono ammassati nei profondi tunnel sotterranei e bunker durante la lotta. 12.000 giapponesi e 218 americani sono ancora dispersi .

Una delle ricerche nel 1984, si era concentrato sui sistemi di grotta, che ha costituito un punto chiave della rete di difesa, volte a difendere l'isola. Un certo numero di grotte quando si son provate ad esplorare hanno rilasciato una serie di resti mummificati appartenenti ai difensori giapponesi.

"Esamineremo ogni granello di sabbia", il primo ministro Kan ha detto durante il suo viaggio. "Siate pazienti ancora un poco. Ho pregato di cuore per le anime che qui morirono. ".

La decisione del governo e il primo ministro Kan è un passo coraggioso per affrontare e sotterrare la vergogna insieme con il senso di colpa associato con la sconfitta non solo a Iwo Jima, ma per la guerra in generale. Si ritiene che, se gli scavi a Iwo Jima otterranno il loro scopo, altri siti di battaglie saranno successivamente scavati per recuperare i resti di altri soldati.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >