sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
21 Novembre 2010 ARCHEOLOGIA
http://www.archnews.co.uk
IL CANCRO LO HA CREATO L'UOMO ? FALSO, ESISTEVA ANCHE TRA GLI EGIZI.
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

In diretta contraddizione con il recente articolo del Manchester University su Nature che afferma che il cancro è stato creato dall'uomo e non esisteva in passato Paula Veiga sostiene con vigore che era presente anche al tempo degli egiziani.La dott.ssa Vega ha infatti affermato: "Sembra che il lavoro del dottor Zimmerman dal 1995, la mia stessa ricerca proprio nel 2007-08 e il lavoro degli scienziati fama '(Strouhal, Zink, Nerlich, Capasso e altri) non sono stati sufficienti a convincere il prof Rosalie David per arrivare a fare quelle affermazioni totalmente false"

La polemica tra ricercatori, scienziati e egittologi sono spuntate come funghi nei media dopo che un articolo intitolato 'Gli scienziati suggeriscono che il cancro è puramente artificiale' è stato pubblicato su Nature Reviews Cancer lo scorso ottobre 2010.

L'articolo in questione, pubblicato da due esperti di medicina antica afferma che 'i dati antica Ancora una volta esteso egiziano, insieme ad altri dati, attraverso i millenni, ha dato la società moderna un chiaro messaggio - il cancro è artificiale e ciò che possiamo affermare e dovrebbe farci meditare. '

Dopo aver attraversato tutti i dati disponibili su questo tema tra il 2007 e il 2008, ho pubblicato le mie conclusioni, che includono i dati forniti da molti resti umani e studiati da eminenti scienziati provenienti da diversi paesi. So di cosa sto parlando.

Il paradosso di questo articolo è che uno dei ricercatori coinvolti in questo studio è proprio una delle mie fonti e ha lavorato con i resti umani che mostrano evidenza di tumori per anni, e l'altro era il mio consulente per la mia stessa ricerca.

Zimmerman ha detto: 'In una società antica manca un intervento chirurgico, la prova di cancro deve restare in tutti i casi. L'assenza virtuale di neoplasie in mummie deve essere interpretato come indicazione della loro rarità in antichità, che indica che il cancro si limitano fattori che causano alle società colpite da 'industrializzazione moderna.

Egli non sostiene che il cancro non esiste, e non poteva farlo, solo perché, nel 1977, Zimmerman ha fatto alcuni esperimenti provando a mummificare i tessuti cancerosi, per vedere se rimanevano o no conservato per le analisi future. I risultati hanno mostrato che 'i tumori maligni sono risultati essere molto meglio conservate dopo la mummificazione dei tessuti normali'. Zimmerman ha anche detto che, 'Ci sono solo una manciata di segnalazioni di tumori in resti antichi.'

Possiamo ora aggiungere un po 'di più per i casi segnalati, grazie allo sviluppo di tecniche e studi effettuati sul materiale trovato in siti di scavo, che prima non erano disponibili.

L'altro ricercatore, dando un titolo strano per l'articolo (malattia artificiale moderna) è stato il consigliere della mia tesi dal titolo 'oncologia e malattie infettive in Egitto, il papiro di Ebers' dove si tratta di tumori e di 857-877 casi che si trovano nel materiale umano ritrovati nell'antico egitto ', pubblicato dalla VDM Verlag, 14 Giugno 2009.

A quanto pare l'affermazione che il cancro è il risultato di attività umane "moderne" è totalmente FALSA e le motiviazioni che han spinto quei ricercatori a scrivere quell'articolo, possono solo essere di tipo economico e non certo scientifico.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >