sei in Home > Mistero > News > Dettaglio News
18 Novembre 2010 MISTERO
http://www.gazetteandherald.co.uk
A STONEHENGE SON STATI UTILIZZATI DEI CUSCINETTI A SFERA ?
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

Gli "ingegneri" del Neolitico possono aver usato dei cuscinetti a sfera per la costruzione di Stonehenge, è quanto è stato affermato oggi.

La stessa tecnica che permette oggi ai veicoli e a svariati macchinari di eseguire spostamenti senza problemi, avrebbe potuto essere utilizzato per trasportare pietre pesanti svariate tonnellate sino al leggendario monumento di Stonehenge più di 4.000 anni fa, secondo questa nuova teoria.

Gli scienziati hanno dimostrato come delle palle poste in scanalature in tronchi di legno avrebbero permesso il facile spostamento di pietre che pesano molte tonnellate.

Nessuno ha ancora spiegato come le lastre pesanti utilizzate per la costruzione di Stonehenge siano state spostate dalle loro cave di Salisbury.

Alcuni, i lastroni, pesava quattro tonnellate ciascuno e sono stati portati ad una distanza di 150 miglia da Pembrokeshire, Galles.

I tentativi di ricostruire il trasporto dei blocchi su rulli di legno o galleggianti sul mare li non hanno dato risultati convincenti.

Le superfici dure necessarie quando si utilizzano dei rulli avrebbero anche lasciato il segno sul paesaggio, ma sono mancanti.

Gli esperti son stati colpiti da questa nuova idea dopo aver esaminato delle misteriose palle in pietra trovate nelle vicinanze di monumenti come Stonehenge, in Aberdeenshire, Scozia.

Circa le dimensioni, quello che ha colpito la loro attenzione era il fatto che avessero la stessa dimensione, più o meno di qualche millimetro.

Ciò suggerisce che fossero destinate ad essere utilizzate insieme in qualche modo, piuttosto che individualmente.

I cerchi di pietra scozzesi sono simili nella forma a Stonehenge, ma contengono alcune pietre molto più grandi.

Per testare la teoria, i ricercatori dell'Università di Exeter han costruito un modello in cui sono state inserite palline di legno nelle scanalature scavate in alcune tavole di legno.

Pesanti lastre di cemento sono state poste su una piattaforma sopra le palle, tenute in posizione da altri elementi in legno, si è verificato come il tutto potesse essere spostato con facilità.

L'archeologo Andrew Young, che ha descritto l'esperimento, si è anche seduto sulla cima delle lastre per fornire peso extra.

Ha detto: "Il vero test è stato quando un collega ha usato il suo dito indice per spostarle.

Una semplice pressione e le lastre si son mosse in avanti.

"Questo metodo basato su queste palle che spostano oggetti pesanti e di grandi dimensioni potrebbe essere una valida spiegazione di come quell pietre giganti sono state spostate."

Il team ha continuato a effettuare un test a grandezza naturale finanziata da un produttore americano documentario televisivo.

Per ridurre i costi, gli scienziati hanno usato un legno morbido e relativamente "verde", piuttosto che la dura quercia che sarebbe stata abbondante nel neolitico, quando l'Inghilterra era coperta di foreste.

Questa volta, i ricercatori hanno usato granito a forma di mano sfere e palline di legno.

I risultati hanno dimostrato la tecnica avrebbe permesso di spostare pesi molto pesanti per lunghe distanze.

Il Professor Bruce Bradley, direttore di archeologia sperimentale presso l'Università di Exeter, ha detto: "La dimostrazione ha dimostrato che pietre grandi avrebbero potuto essere spostate con questo sistema del cuscinetto a sfere con circa 10 buoi e potrebbe essere stato in grado di trasportare le pietre fino a 10 miglia al giorno .

"Questo metodo ha anche un impatto duraturo sul paesaggio, come le tracce con i cuscinetti a sfere sono spostati lungo rincorsa a vicenda come le tracce vengono spostate la linea."

Persone del Neolitico erano noti per tagliare tavole lunghe in legno, che hanno usato come passaggi pedonali attraverso paludi, Bradley ha sottolineato il prof.

Anche se i test non dimostrano per certo che il metodo del cuscinetto a sfere è stato utilizzato, mostrano "il concetto di lavori", ha detto.

Ha aggiunto: "Questa è una partenza assolutamente nuovo, perché le idee precedenti non sono state particolarmente efficaci nel trasporto di grossi sassi e sinistra domande senza risposta circa la documentazione archeologica si sarebbero lasciati alle spalle."

La prossima fase del progetto è di fornire la prova matematica di quanta forza sia necessaria per mantenere una pietra in movimento.

In ultima analisi, gli scienziati sperano di condurre un esperimento su vasta scala in Aberdeenshire utilizzando materiali più autentici, palle di pietra e una coppia di buoi.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >