sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
16 Novembre 2010 PALEONTOLOGIA
http://news.discovery.com
I NEANDERTHALIANI DIVENTAVANO ADULTI E MORIVANO PRIMA DI NOI
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

I Neanderthals raggiungevano la piena maturità più velocemente degli esseri umani di oggi, suggerisce un nuovo esame dei denti fossili di Neanderthal . I risultati, descritti nei recenti Atti della National Academy of Sciences, ritraggono come un uomo di Neanderthal raggiungeva la maturità molto prima di noi e moriva anche prima.

Il nostro sviluppo caratteristicamente lento e la nostra lunga infanzia sembrano quindi essere caratteristiche recenti ed uniche all' Homo sapiens. Questi tratti possono avere dato ai nostri primi antenati dell'uomo moderno un vantaggio evolutivo sui Neanderthal.

"Penso che gli uomini di Neanderthal mantenendo una condizione più primitiva di sviluppo che sembra essere condivisa con i precedenti dell'uomo fossile", l'autore Tanya Smith ha detto Discovery News. "Sappiamo da altri studi di sviluppo dentale e cranici che australopithecenes (i primi ominidi dall'Africa) e l'Homo erectus non hanno mostrato periodi di sviluppo lunghi e lenti come il nostro."

Smith, un professore assistente presso il Dipartimento di Biologia Evolutiva dell'Uomo dell'Università di Harvard, ed i suoi colleghi hanno raggiunto queste certezze dopo aver utilizzato un metodo ad alta tecnologia chiamata tomografia computerizzata micro-sincrotrone per contare praticamente le linee di crescita di denti. Queste linee, come gli anelli degli alberi, rivela i progressi di crescita annuale.

"Ancora più impressionante è il fatto che i nostri primi molari contengono un minuscolo 'certificato di nascita, ' e la ricerca di questa linea di nascita permette agli scienziati di calcolare con esattezza quanti anni aveva una persona quando è morto". In un caso, un giovane uomo di Neanderthal è stato determinato in solo tre anni quando morì, a differenza di età quattro o cinque come era stato precedentemente sospettato.

Lei e il suo team ha anche scoperto che i gruppi umani anatomicamente moderni, che ha lasciato l'Africa circa 100.000 anni fa, han subito un allungamento della loro infanzia. Tutti gli altri primati sono di più breve gestazione, la maturazione infanzia più veloce, più giovane età alla prima riproduzione, e una durata totale inferiore.

Pur ritardando la riproduzione rappresenta un rischio che gli individui non possono vivere abbastanza a lungo da riprodursi, potrebbe facilitare l'apprendimento, lo sviluppo sociale e cognitivo complesso. Neanderthal sono noti per avere avuto il cervello di grandi dimensioni, nonché gli arti di grandi dimensioni. Senza molto tempo per imparare, però, quella grande quantità di cervello non avrebbe potuto essere sfruttata al meglio.

Smith ha detto che alcuni ricercatori suggeriscono inoltre che il rallentamento infanzia "può essere consentito per la conservazione dell'energia, e questo può aver accompagnato i tassi di mortalità è diminuito e / o le condizioni ambientali più favorevoli."

Ancora oggi, tradizionale le popolazioni umane mostrano la variazione dei tassi di crescita e sviluppo, probabilmente a causa di pressioni selettive e vincoli ambientali. Questi probabilmente influenzato i vari gruppi di ominidi come si è evoluta sia in Africa o, nel caso di Neanderthal, in Europa e in altre regioni del Nord.

"Ci sono più di 100 giovani noti fossili di Neanderthal, " Smith ha osservato che "un numero relativamente alto se confrontato con tutte le persone conosciute di Neanderthal, che può implicare che la mortalità infantile era alta."


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >