sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
17 Maggio 2010 ARCHEOLOGIA
La redazione di La Porta del Tempo
Cremona, scoperte sepolture tardoantiche
FOTOGALLERY
Esempio di tomba alla cappuccina
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Due tombe, di una donna e l'altra probabilmente di un bambino. Si tratta di sepolture del tipo "alla cappuccina" cioè con la copertura realizzata in mattoni con tetto spiovente (foto). La scoperta è avvenuta tra Casalmorano e Azzanello, nella provincia di Cremona. La necropoli si daterebbe tra il sesto e l'ottavo secolo dopo Cristo, cioè in quella che viene definita età tardo antica, il periodo di passaggio dal mondo romano al medioevo. Il ritrovamento ha avuto luogo durante i lavori di scavo del metanodotto che collega l'Alto Cremasco al centro di stoccaggio di Bordolano (Cremona).

Per ora il cantiere è stato bloccato. Sul campo opera una squadra di archeologi coordinati dalla soprintendente Lynn Pitcher. Gli esperti hanno fatto i rilievi planimetrici e topografici per fare una mappa precisa del ritrovamento. Difficile stabilire chi siano i due sepolti nelle campagne di Casalmorano, ma dalle dimensioni del cranio contenuto la tomba già investigata potrebbe appartenere a una donna, mentre l'altra, dalle dimensioni più ridotte, potrebbe appartenere a un bambino. Nelle tombe è stato ritrovato anche il corredo funebre: qualche anforetta, alcune scodelle e quello che sembrerebbe un contenitore per sostanze profumate. Oggetti che ricondurrebbero a una donna. Gli archeologi stanno cercando di appurare se le due tombe sono isolate o se inserite in un contesto sepolcrale più vasto. Il ritrovamento è comunque eccezionale: finora a Casalmorano non erano state ritrovate tracce importanti del passato, tranne negli anni '50 a Ca' Magra, quando nel 1954 si scoprirono due tombe "alla cappuccina" e una a cremazione, datate all'età gallica, quarto - terzo secolo a.C.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >