sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
9 Maggio 2007 PALEONTOLOGIA
Brenda Fowler archaeology.org
SCRITTO NELLE OSSA
tempo di lettura previsto 4 min. circa

Nel tardo XIII secolo, la siccità imperversò in Sud America, distruggendo i raccolti di grano, zucche e fagioli dei quali gli antichi abitanti si nutrivano. Attraverso la regione, i popoli abbandonarono le loro case alla disperata ricerca di terra coltivabile. Alcuni furono abbastanza fortunati da raggiungere un´umida valle dell´Arizona ove costruirono un insediamento oggi noto come Pueblo di Grassopher.

Al suo culmine, il pueblo consisteva di 500 camere che ospitavano centinaia di famiglie. Gli archeologi erano interessati a capire la differente architettura, gli stili di produzione della ceramica, e le tradizioni funerarie del pueblo, portandoli a speculare che la siccità debba essere stata tanto severa che popoli di differenti culture furono costretti a vivere insieme, in uno dei pochi luoghi che potevano ancora essere coltivati. Mentre le ceramiche rivelano origini disparate della popolazione che le creò, non c´era modo di testare questa idea.

Fino all´arrivo dell´archeologo T.Douglas Price, del geochimico Jim Burton e dei loro colleghi del Laboratorio di Chimica Archeologica dell´Università di Winsconsin in Madison. Alla fine degli anni ´80, Prince e Burton appresero una nuova tecnica che misurava gli isotopi di stronzio nelle ossa umane, rivelando gli spostamenti di un individuo. Uno degli studenti di Price, John Ezzo, ha lavorato al Pueblo di Grassopher e tentato di applicare anche qui la nuova tecnica.

La maggior parte delle rocce reca una piccola quantità di elementi di stronzio (Sr). Tutti gli elementi hanno forme differenti, o isotopi, e la ratio degli isotopi di stronzio87 e 86 variano a seconda della geologia locale. Generalmente, rocce più antiche hanno accumulato una quantità di Sr87 superiore rispetto allo Sr86. Gli umani e gli altri animali assorbono lo stronzio mediante l´acqua e le piante che consumano, creando un segnale chimico della geologia locale all´interno dei loro corpi.

Quel che rende l´analisi degli isotopi di stronzio interessanti per gli archeologi è che la parte del corpo umano in cui si raccolgono gli isotopi smalto dei denti e ossa si formano in stadi differenti della vita di un individuo. Lo smalto dei denti si forma nei primi anni di età e non cambia con l´età della persona, così che gli isotopi dello smalto dei denti corrisponde alla geologia dell´area in cui una persona ha trascorso la sua infanzia. Per contrasto, lo stronzio nelle ossa muta gradualmente nel corso di un periodo di sette-dieci anni, e rivela la regione dove le persone hanno trascorso l´ultima decade della loro vita. Mediante confronti tra la ratio degli isotopi dello smalto e quella delle ossa degli individui di una specifica regione geografica, Price è in grado di spiegare se una persona si sia spostata dal tempo della usa infanzia alla morte, e talvolta perfino indicare dove potrebbe essere nata-

Quando Price ed il suo team hanno iniziato a lavorare al Pueblo Grassopher, solo due altri gruppi avevano tentato le analisi dello Stronzio.

L´Arizona centro-settentrionale è un mosaico di depositi geologici, così Price riteneva che gli individui sepolti al Pueblo di Grassopher avrebbero mostrare distintivi marchi isotopici se avessero migrato attraverso la regione. Inizialmente Price e colleghi hanno studiato i denti e le ossa di sei individui, tre dei quali, inclusi due dei primissimi seppellimenti al sito, avevano ratio degli isotopi di Stronzio simili a quelli della geologia locale. Ma la ratio di altri tre ha rivelato che erano cresciuti lontani da Grassopher, forse in qualche luogo più a nord. I risultati confermano quindi la stratificazione di popoli di provenienza differente a Grassopher.

"Siamo stati fortunati a cominciare con Grassopher perché era una situazione davvero buona geologicamente molto differenziata con varie culture che arrivarono allo stesso luogo ed iniziarono un Pueblo" ha dichiarato Price.

Dai primi giorni a Grassopher, Price e Burton hanno ridefinito l´analisi tecnica isotopica. Sono attualmente coinvolti in dieci progetti differenti, per lo più in America Centrale, nel NordAtlantico, e in Nord Europa. Ino dei loro studi più prominenti di indirizza all´origine di Yax K´uk Mo, che fondò una dinastia nella città Maya di Copan nell´ovest dell´Honduras. Secondo l´iscrizione, arrivò a Copan nel 426 d.C. quando era poco più che un villaggio. Alcuni archeologi ritengono provenisse da Teotihuacan, un´influente città sugli altipiani messicani. Dopo la scoperta della tomba del re nelle profondità di un tumulo sepolcrale, le analisi di Price hanno rivelato che fu nato molto più vicino a Copan, probabilmente nel Peten, la giungla del Guatemala settentrionale.

"Quando ho iniziato a lavorare con gli isotopi non pensavo che la gente a quel tempo si muovesse tanto" ha dichiarato Price "ma mi sono dovuto ricredere. In ogni luogo che esaminiamo scopriamo una spiccata propensione alla mobilità".


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >