sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
6 Marzo 2009 ARCHEOLOGIA
sciencetv
Casco virtuale riproduce i 5 sensi
tempo di lettura previsto 2 min. circa

LONDRA, Gran Bretagna -- Volete una vacanza alle Maldive? Si va in un attimo. Volete un safari in Africa? O fare un salto nell'Impero Romano? Ci vogliono tre secondi. Giusto il tempo per indossare il Virtual Cocoon, un incredibile casco che lavora in realtà virtuale, con cui potrete spostarvi in tutto il mondo restando, in realtà, nel salotto di casa vostra.

Il rivoluzionario elmetto fornisce immagini, suoni ma - udite, udite - anche profumi, sapori e sensazioni tattili. Insomma, il "virtual cocoon" è l'unico casco al mondo a stimolare tutti cinque i sensi. Il primo prototipo è stato messo a punto da scienziati inglesi della York e della Warwick University. Mentre la commercializzazione potrebbe cominciare entro cinque anni. Il prezzo stimato, per ora, è di 1650 euro.

Il suo funzionamento è semplice quanto rivoluzionario. Il casco si collega senza fili a un computer. Il terminale trasmette informazioni e immagini a uno schermo dinamico che ha una definizione altissima, dalle 10 alle 30 volte quella di un normale televisore.

La presenza di odori sarà simulata attraverso un tubicino vicino al naso di chi indossa l'elmetto e collegato a una scatola di agenti chimici. Per i sapori è previsto uno spruzzino che li fa arrivare in bocca. Temperatura e umidità possono essere variati usando un ventilatore e un riscaldatore, mentre un sistema acustico molto sofisticato bada alla riproduzione dei suoni.

I ricercatori che l'hanno inventato sono entusiasti. E in effetti le applicazioni del casco virtuale sono infinite. Dai viaggi "immaginari", al contatto con i parenti e amici dall'altra parte del mondo che indossano anch'essi l'elmetto. Dalle agenzie immobiliari che potranno mostrare le casa in vendita direttamente dal casco, all'addestramento di qualunque tipo. "Nessuno andrà più in vacanza al mare, in montagna, in paesi esotici o in grandi capitali - sostengono gli inventori - senza avere prima fatto un giretto sul luogo prescelto, indossando il Virtual Cocoon".

L'elmetto permette di sperimentare viaggi virtuali che stimolino tutte le sensazioni. Per cui, se sceglierete un safari africano sentire anche l'odore della savana e degli animali. Allo stesso modo, se la scelta cadrà su una gita in montagna, oltrea alla splendida vista potrete godere degli odori di un prato alpino. Oppure del calore di una spiaggia ai Caraibi.

Ma non è finita. Visto il successo dei social network e delle comunità virtuali, gli scienziati britannici stanno guardando alla possibilità di utilizzarlo anche nelle comunità virtuali. In altre parole, potrete interagire con parenti ed amici lontani migliaia di chilometri, come se si trovassero nella vostra stessa stanza. Insomma, come in una "second life", solo che al posto dell'avatar ci siete voi un carne e gigabyte.

La realtà virtuale servirà anche ad imparare meglio. Gli studenti potranno fare un tuffo nella Grecia antica, nella Roma Antica, nel Medio Evo o in qualsiasi altra epoca storica verrà riprodotta. L'elmetto, inoltre, potrà essere utilizzato per l'addestramento dei, dei poliziotti o dei pompieri. Oppure, come accessorio per i videogames che si trasformeranno sensazionali esperienze virtuali.

FOTO:

http://www.scienze.tv/files/immaginisito/image/Marzo2009/virtualcocoon2.jpg

TAG: Computer

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >