sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
12 Gennaio 2005 ARCHEOLOGIA
La redazione di La Porta del Tempo
Gli scavi egiziani ritornano sul web
tempo di lettura previsto 3 min. circa

Il mondo è invitato ad osservare gli archeologi della John Hopkins University, impegnati in ricerche e scavi in Egitto, grazie a "Hopkins in Egypt today", un sito web interamente dedicato alla dodicesima stagione di scavo dell´università a Luxor, ed altrove in Egitto.

L´indirizzo è : http://www.jhu.edu/~neareast/egypttoday.html

Rapporti sui progressi quotidiani di almeno quattro differenti progetti condotti dalla John Hopkins in Egitto, saranno pubblicati sul sito dal 15 di gennaio fino a metà febbraio.

Per il quinto anno consecutivo, il sito web seguirà il lavoro di Betsy Bryan, professoressa di Arte Egizia ed Archeologia e direttore del Dipartimento di Studi sul Vicino Oriente alla John Hopkins, e dei suoi studenti di dottorato. Il sito documenta il loro scavo e progetti di ricerca con un ricco corredo fotografico.

Il lavoro del team della John Hopkins è supervisionato dal Supremo Consiglio di Antichità Egiziano, nella persona dal suo segretario generale, Zahi Hawass. Lo scopo di "Hopkins in Egitto Oggi" è informare i suoi visitatori, mostrando i progressi dei lavori archeologici. Il sito di solito registra più di 50, 000 contatti ogni inverno, quando viene attivato.

Quest´anno, "Hopkins in Egitto Oggi" seguirà il lavoro di tre studenti di dottorato per lo scavo della cinta esterna del tempio della Dea Mut di Luxor, e per le altre ricerche in corso in altre località d´Egitto:

Il primo lavoro documentato sarà quello di Jacquelyn Williamson, uno studente di dottorato del Dipartimento di Studi sul Vicino Oriente, che sta usando la sua borsa di studio del programma per studenti della Fullbright per esaminare un motivo artistico mai studiato dell´antico Egitto in musei ed altri importanti siti archeologici. La borsa di studio della Fullbright è concessa raramente agli Egittologi. Svolgerà ricerche al Museo Egizio del Cairo, ed il sito web coprirà molta parte del suo studio in loco.

Successivamente, il sito web coprirà il lavoro al recinto di Mut dietro il Lago Sacro, dove Elaine Sullivan, studente di dottorato in arte e archeologia egiziana, scaverà per studiare gli aspetti residenziali a Tebe nel Nuovo Regno. Questo lavoro sarà mostrato da metà gennaio a metà febbraio. Un team del Museo d´Arte di Brooklyn, sotto la direzione di Richard Fazzini, lavorerà nell´area anteriore al recinto, allo stesso tempo in cui saranno presenti i ricercatori della John Hopkins.

Si troverà anche a Luxor, in questo periodo, Yasmin El Shazly, uno studente di dottorato in arte ed archeologia egiziana che sta studiando alcune tombe a Deir el Medina, come parte della sua indagine sui poteri sovrannaturali che gli antichi egiziani credevano appartenenti ai loro parenti ed amici defunti.

Bryan scriverà un libro sulla pittura come occupazione nell´Egitto della metà della XVIII Dinastia (1480-1400 a.C. ca.). Il sito web la seguirà nella sua attività di visitare varie tombe dipinte di quel periodo, alla scoperta delle tecniche di questi abili artisti dell´antico Egitto.

"Vi è una gran varietà di ricerche portate avanti dagli studenti delle facoltà della Hopkins in Egitto quest´anno (2004-05) e siamo felici di essere in grado di offrirvi un panorama completo dei nostri lavori? accessibile da tutto il mondo" ha dichiarato Bryan. "L´anno prossimo, torneremo a lavorare su larga scala al Tempio di Mut".

Fotografie e documenti dal 2001 al 2004 sono ancora disponibili online.