sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
18 Gennaio 2004 ARCHEOLOGIA
Il Messaggero
Spunta una villa di 2000 anni fa
tempo di lettura previsto 2 min. circa

VASTO - La Vasto del passato, ricchissima di testimonianze storiche, regala agli appassionati un nuovo gioiello. In località Zimarino, in uno spettacolare sito che pare sospeso tra l'azzurro del mare e quello del cielo con lo sfondo maestoso della Majella che quasi lo tocchi, Andrea Staffa, Osvaldo Corneli e gli altri tecnici della Soprintendenza ai Beni Archeologici di Chieti hanno riportato ieri alla luce un altro pezzo dell'antica Histonium, parte del pavimento di quella che fu la villa di un facoltoso imprenditore agricolo. "E' così -spiega Staffa- perché in questa zona, a otto chilometri circa dal centro abitato di Vasto, il ritrovamento fa pensare proprio ad un signore di 2000 anni fa che si godeva la vita. L'epoca è quella della fine della prima tarda repubblica e l'albore dell'età imperiale". Mentre il fido Corneli spazzola con cura il terriccio residuo, davanti agli occhi compare, come d'incanto, un pavimento musivo d'eccellente fattura: una superficie di 4 metri per 3, 40 di coccio-pesto, con tasselli di colore bianco e nero che danno vita ad una figura geometrica che richiama un fiore. Tutt'intorno, nella restante parte del perimetro della signorile residenza, si può osservare distintamente un pavimento "spicato", segno della tecnica acquisita dagli artigiani edìli del tempo. "Quella di località Zimarino -dice Andrea Staffa- è la conferma della ricchezza del patrimonio storico di Vasto che presto regalerà nuove incomparabili sorprese, almeno tre, a partire dagli scavi di Via Buonconsiglio, in pieno centro abitato. E la nostra opera, mi preme rimarcarlo, non frappone più ostacoli a lavori di ristrutturazione urbana, ma consente comunque di valorizzare le testimonianze del passato. Tutto questo grazie al protocollo d'intesa siglato di recente tra la Soprintendente, Silvana Balbi De Caro e l'amministrazione comunale di Vasto che consente di portare avanti programmi comuni di riqualificazione del territorio". Staffa, che nei primi anni Novanta aveva condotto diverse campagne di scavo a Vasto, ricorda poi come del nuovo piano regolatore di Vasto faccia parte integrante la mappa completa dei siti d'interesse storico-archeologico. Come dire che, se ci saranno fondi e risorse, sarà possibile arricchire un patrimonio già di prim'ordine.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >