sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
11 Febbraio 2004 PALEONTOLOGIA
Gazette Times
L´uomo di Clovis aggiunge 75 a 13,000
tempo di lettura previsto 3 min. circa

CLOVIS, New Mexico Viveva tra i gatti a denti si sciabola, cacciava mammut e bisonti giganti ed era abbastanza intelligente da scavare pozzi per l´acqua.

Oltre a ciò, perfino a migliaia di anni di distanza, non sappiamo ancora molto riguardo al popolo collettivamente noto come Uomo di Clovis.

La scorsa settimana ha segnato i 75 anni da quando un archeologo dilettante scoprì l´Uomo di Clovis a Blackwater Draw, circa 14 miglia a sud ovest di Clovis, nel Nuovo Messico orientale.

Il popolo di Clovis visse tra 11, 500 e 13, 000 anni or sono. Dalla scoperta dell´Uomo di Clovis, le evidenze hanno fatto presupporre che l´apparizione del primo uomo preistorico in Nord America sia avvenuta lungo la Costa Orientale, anche se molti ricercatori sono ancora favorevoli a considerare l´Uomo di Clovis l´antenato più antico.

Al tempo dell´Uomo di Clovis, i mammut colombiani e i bisonti giganti vagavano tra le pianure insieme a gatti con i denti di sciabola, i lupi, gli orsi giganti, i cammelli, i bradipi terrestri giganti e le grandi tartarughe.

"Il mammut colombiano era alto almeno 14 piedi alla spalla, e di un peso compreso tra 8 e 10 tonnellate" ha dichiarato Matt Hillsman, curatore del Museo di Blackwater Draw a nord di Portales. "Un mammut consumava circa 700 libbre di vegetazione al giorno."

Se l´Uomo di Clovis avesse cacciato questi mammut, molti compagni lo avrebbero dovuto aiutare a portare la preda a casa. Forse l´Uomo di Clovis ne utilizzava semplicemente i resti, alcuni hanno ipotizzato.

"Non lo sappiamo" ha dichiarato Hillsman. "Non sappiamo specificamente di cosa si nutrisse l´Uomo di Clovis. Non sappiamo nemmeno cosa indossasse. Non sappiamo a cosa somigliasse. Non abbiamo mai trovato alcuna evidenza di scheletri di questi popoli, ma sappiamo che erano qui" perché sono state trovate punte di frecce di selce nei resti di scheletri di mammut e bisonti.

La datazione al radiocarbonio di queste punte di frecce e ossa mostrano che l´Uomo di Clovis è certamente il più antico occupante umano di questa regione, se non dell´intero Nord America.

Le prime scoperte documentate delle punte di freccia e delle ossa di mammut risalgono al 5 febbraio 1929, quando furono trovate da un diciannovenne di nome Ridgley Whiteman.

Whiteman, che è morto la scorsa estate a Clovis, capì il valore della sua scoperta, ha dichiarato Anthony T. Boldurian, professore di antropologia all´Università di Pittsburgh, a Greensburg. Racconta che Whiteman "s´immerse nelle credenze e tradizioni locali, e divenne un avido studente delle leggende nativo-americane e dei miti."

"Nel corso delle vacanze estive dall´Università, Whiteman e suo zio, T.M. Caldwell percorrevano a piedi il Sud-Est, visitando parchi, musei ed altri siti educativi" ricorda Boldurian.

Tra i tanti luoghi che visitarono, vi era il Museo di Storia Naturale del Colorado a Denver, dove Whiteman vide per la prima volta uno scheletro di dinosauro. Visitarono anche il Parco delle Esposizioni in California, dove videro ossa squisitamente preservate e riproduzioni a grandezza naturale di animali delle Ere Glaciali.

Inoltre, come teen-ager, Whiteman imparò l´"arte perduta" di creare punte di freccia.

Whiteman scrisse tre lettere, la prima il 5 febbraio del 1929, alla Smithsonian Insitution, richiedendo con urgenza ai ricercatori di occuparsi del sito dove aveva trovato le ossa di mammut. Diversi anni più tardi, i ricercatori appresero che l´Uomo di Clovis incideva ossa di mammut per creare gli strali attaccati alle punte di freccia.

Inoltre, dallo studio delle ossa di Blackwater Draw, capirono che l´Uomo di Clovis era circondato non solo da mammut, ma anche da tapiri, antilopi a quattro corna, tampulama, lama, cervi, ossa dal muso corto, amebelodonti dai denti a pala, castori, armadilli e pecari.

Gli scienziati ritengono che l´uomo di Clovis creò il primo sistema di controllo dell´acqua del Nuovo Mondo. Scavi di pozzi eseguiti dall´Uomo di Clovis sono stati trovati a Blackwater Draw, ed offrono informazioni fondamentali circa le fluttuazioni climatiche ed i livelli dell´acqua di uno dei più stabili laghi - rifornito da sorgenti - nel passato.

Gli strati di sabbia indicano che fu proprio l´Uomo di Clovis a scavare questi pozzi.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >