sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
17 Gennaio 2003 ARCHEOLOGIA
Ansa
Ritrovato nel mar Nero relitto di 2500 anni fa
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Il piu' antico relitto navale mai scoperto nel mar Nero, affondato tra il quinto ed il terzo secolo a.C., e' stato trovato nell'agosto 2002 davanti alle coste della Bulgaria da una spedizione scientifica sponsorizzata dalla National Geographic Society e guidata dal geologo americano Robert Ballard, lo scopritore del Titanic.

I resti dell'antica nave mercantile dovrebbero essere riportati a galla l'estate prossima. Per datare i resti della nave gli scienziati hanno esaminato le lische di pesce trovate in alcune anfore di coccio che facevano parte del carico. L'analisi ha rivelato che si trattava di pesci di acqua dolce, la cui carne era stata tagliata come una bistecca dei giorni nostri. La datazione con il radiocarbonio ha rivelato che i resti dei pesci, e della nave con la quale sono affondati, risalgono ad un periodo compreso tra 2.280 e 2.490 anni fa.

Secondo gli scienziati le anfore sembrano originarie della citta' turca di Sinope, sulla costa meridioanle del mar Nero. La nave mercantile con tutta probabilita' era andata a imbarcare pesce sulla penisola di Crimea, nel mar Nero settentrionale. ''Con questa scoperta gli storici per la prima volta possono guardare direttamente un vero relitto di un'epoca importantissima per i traffici commerciali nel mar Nero, del quale finora si conoscevano solo racconti scritti'' scrive nel prossimo numero dell'edizione tedesca di National Geographic il direttore della spedizione, Robert Ballard.

Il geologo americano Ballard, lo scopritore del relitto del Titanic, effettua da tempo ricerche nel mar Nero, nel tentativo di dimostrare la sua teoria che il Diluvio universale si sarebbe svolto 7.600 anni fa, sul Mar Nero, e per questo cerca da tempo i resti di una civilta' prediluviana davanti al porto di Varna (Bulgaria).

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >