sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
26 Marzo 2003 PALEONTOLOGIA
AP online (The Associated Press)
Muore uno stereotipo sull´uomo di Neanderthal
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

I Neanderthal non erano i cavernicoli con il pugno serrato a martello, come spesso raffigurati nei cartoni animati; tre immagini ricavate da una simulazione computerizzata mostrano che le ossa delle dita pollice e medio si sarebbero potute chiudere insieme. Secondo gli scienziati, la simulazione indica che la mano era prensile almeno quanto quella dei moderni umani.

I modelli suggeriscono che la scomparsa dei Neanderthal non può essere attribuita semplicemente all´inabilità fisica di creare oggetti, arte in cui invece riuscirono con successo i loro cugini umani moderni, dicono i ricercatori.

Invece, la ragione della scomparsa dei Neanderthal sembra essere più complessa, ha dichiarato Wesley Niewoehner, un antropologo della California State University di San Bernardino, che ha interpretato i modelli digitali. I risultati dei suoi riscontri sono apparsi nel numero di Giovedì della rivista Nature.

I Neanderthal dovettero competere per cibo e territorio con i moderni umani in rapida diffusione, e secondo gli esperti, questi ultimi sarebbero stati più pronti nel reperire risorse e cooperare strategicamente. Anche altri fattori, come i cambiamenti climatici, potrebbero avere giocato un ruolo non indifferente.

Il Dibattito sugli utensili.

Vi sono state anche questioni circa l´abilità dei Neanderthal nel creare utensili.

"Se si potesse dichiarare con certezza che i Neanderthal erano inferiori, incapaci di una presa di precisione e per questo non in grado di creare attrezzi di precisione, sarebbe più facile spiegare quel che gli accadde" ha dichiarato Niewoehner.

I Neanderthal, uno dei primi tipi umani che precedettero i moderni umani, evolsero in Europa e probabilmente coprirono un´area che spaziava dalla Spagna alla Russia meridionale e all´Asia occidentale. I più antichi fossili attribuiti ai Neanderthal sono più antichi di 350, 000 anni.

Si ritiene che siano scomparsi da 10, 000 a 15, 000 anni or sono, dopo che i moderni umani emersero dall´Africa e dal Lontano Oriente circa 45, 000 anni or sono.

I modelli computerizzati sulle mani dei Neanderthal sono stati condotti con pezzi d´ossa trovati nel 1090 a La Ferrassie, Francia. Le strutture delle ossa di pollice e medio sono state scansionate per produrre modelli tridimensionali, che sono stati usati per determinare il raggio d´azione possibile con una simile struttura ossea.

Il modello è stato sviluppato da Aaron Bergstrom, Derrick Eichele, Melissa Zuroff e Jeffrey Clark del Laboratorio di Tecnologie Archeologiche della North Dakota State University.

Gli scienziati sapevano già che il Neanderthal avrebbe potuto creare attrezzi, e che dovettero avere una certa destrezza. Il modello computerizzato conferma che "le mani dei Neanderthal potevano anche sembrare un tantino differenti, ma non funzionalmente inferiori" ha dichiarato Ian Tattersall, curatore della Divisione di Antropologia al Museo Americano di Storia Naturale di New York.

Maggiore struttura muscolare.

Le mani dei Neanderthal erano più strutturate dal punto di vista muscolare delle moderne mani umane, con ampie falangi.

L´antropologo Jeffrey Schwartz dell´Università di Pittsburgh ha compiuto un passo ulteriore rispetto a Niewoehner, sostenendo che la presa dell´uomo di Neanderthal potrebbe essere stata superiore alla presa delle mani dei moderni umani.

L´idea popolare dell´Uomo di Neanderthal come uomo delle caverne è erronea, dice Schwartz, che ha notato come il cervello dei Neanderthal fosse grande quanto quello dell´uomo moderno, se non più grande.

"La gente è portata a pensare ai Neanderthal come meno abili" ha dichiarato Schwartz. "Ma questa ricerca illustra una volta di più che i Neanderthal erano semplicemente unici... piuttosto che primitivi."


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >