sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
7 Giugno 2010 ARCHEOLOGIA
Benedetta Rutigliano wakeupnews
Scavi di Pompei più accessibili
tempo di lettura previsto 3 min. circa

NAPOLI- Finalmente una maggiore accessibilità e percorribilità dei luoghi della nostra cultura: l´iniziativa "Friendly Pompei", infatti, inaugurata domenica 23 maggio, consiste in un percorso facilitato di tre ore, ideato per spettatori con ridotte capacità motorie: bambini nel passeggino, anziani e diversamente abili. Fa parte del programma PompeiViva, realizzato dal Commissario delegato per l´emergenza dell´area archeologica di Napoli e Pompei, Marcello Fiori.

«I marciapiedi e le strade dell´antica città possono essere un ostacolo al piacere della scoperta di Pompei. Da oggi, rampe e appositi raccordi renderanno più agevole il cammino dei visitatori spiega Fiori diventano facilmente accessibili luoghi simbolo come la Necropoli di Porta Nocera o l´Orto dei Fuggiaschi e alcune delle domus più importanti. Friendly Pompei è un modo facile e agevole di visitare una delle aree archeologiche più importanti al mondo, il nostro impegno sarà di ampliare il percorso ad altre aree entro l´anno».

Un´apposita e visibile segnaletica indica il percorso che parte da piazza Anfiteatro, per arrivare ad ammirare la Necropoli di Porta Nocera, le cui tombe raccontano le storie delle ricche famiglie di nobili e liberti. Si giunge, poi, all´Orto dei Fuggiaschi, al Vigneto della Domus della Nave Europa, un´area di 1500 metri quadri, ricoltivata com´era all´epoca dell´eruzione con le piante collocate accanto ai calchi originali delle 416 antiche radici.

Il percorso prosegue verso la Caupona di Euxinus (osteria) per giungere alla meravigliosa Domus del Menandro, una casa delle più grandi case di Pompei (con una superficie di quasi 1800 mq), con raffinati apparati decorativi e un´ampia zona termale. La successiva tappa è la Domus dei Quattro Stili, che prende il nome dai quattro stili pittorici che caratterizzano gli ambienti, unico esempio del genere a Pompei.

Tra i siti recentemente restaurati per "Friendly Pompei" anche il Thermopolium di Lucius Vetutius Placidus, per la prima volta interamente accessibile al pubblico. Facilmente raggiungibile per tutti è la Domus di Giulio Polibio: qui un´installazione tecnologica ricostruisce virtualmente la figura di Polibio, che "accoglie" i visitatori. All´interno della domus sono stati ricostruiti in legno alcuni arredi della casa, quali armadi, tavoli e letti tricliniari.

Ma non è finita qui: sabato 29 maggio inaugura nella stessa area "Pompei Bike" il primo percorso ciclo-pedonale di circa 5 km (tra andata e ritorno), che si estende da Piazza Anfiteatro a Villa dei Misteri: l´itinerario ciclabile più bello del mondo, tra archeologia, natura e scorci panoramici, dalle rovine al mare.

Per accedere al percorso (che rientra nel costo del biglietto) è possibile usare la propria bicicletta o noleggiarla gratuitamente, completa di casco, all´ingresso di Piazza Anfiteatro.

Lungo il tragitto sono presenti aree di verde attrezzate e punti di osservazione panoramica, rastrelliere e tabelle informative che consentono ai ciclo-turisti di lasciare la bici ed entrare facilmente nella città antica per visitare luoghi di grande suggestione.

«Con Pompei Bike proponiamo un modo veramente nuovo di vivere l´area archeologica per tutta la famiglia», spiega il commissario straordinario Marcello Fiori. «Ci teniamo a ringraziare i sindacati dei lavoratori degli scavi che ci hanno consentito di effettuare le tante riaperture ed arricchire così l´offerta turistica estiva di Pompei come mai era accaduto».


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >