sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
1 Maggio 2001 ARCHEOLOGIA
archaeology.org
Gli archeologi dicono di aver trovato cavità nascoste nella piramide di Cheope
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Gli archeologi dicono di aver trovato cavità nascoste nella piramide di Cheope.

Due archeologi francesi dicono che presenteranno al governo Egiziano le prove dell´esistenza di cavità nascoste nella più grande delle famose piramidi d´Egitto.

Il team francese, che sta portando avanti una raffinata ricerca sulla piramide di Cheope a Giza, dicono di avere trovato la precisa locazione delle entrate nelle cavità.

Comunque gli egittologi avanzano seri dubbi sulla veridicità della scoperta.

Jean-.Pierre Corteggiani, un egittologo ufficiale all´Istituto Francese di Archeologia Orientale, riferisce che le affermazioni degli archeologi vanno prese con "estrema cautela".

Al Museo del Louvre di Parigi, il Dipartimento di Antichità Egiziane, ha riferito di "non conoscere" i due archeologi in questione Jaques Bardot e Francine Darmon.

I due hanno detto che presenteranno i risultati delle indagini alle autorità Egiziane e che un team franco-egiziano è in attesa di poter condurre ulteriori studi al riguardo.

"Tutti sanno che Cheope accoglie altre cavità, ma nessuno è stato finora capace di trovarle. Se c´è una tomba all´interno della piramide, deve essere possibile individuare l´entrata alla pietra più vicina" dice Bardot.

Come Darmon, anche Bardot afferma di avere utilizzato nuove tecniche per scoprire i segreti della piramide.Esse includono il riconoscere le false tracce costruite dagli architetti del faraone per mettere furori strada i saccheggiatori.

I due archeologi dicono di aver iniziato a costruire un database architettonico basandosi sulle mappe dei siti funerari reali dai faraoni della sesta dinastia.Hanno quindi utilizzato tecniche di macrofotografia per superare le centinaia di metri di gallerie calcate ogni giorno da migliaia di turisti. Quando hanno effettuato uno scrutinio delle pietre dei muri, gli archeologi sono giunti alla conclusione che molte delle giunture fossero false. Sono state scavate con attrezzi di pietra prima di essere riempite nuovamente con gesso e intonaco.

"E´ stato creato ad arte dagli antichi architetti egizi un sistema unico di diversivi" ha detto Bardot.

Ma mediante la loro tecnica di indagine sarebbe possibile dimostrare che tutte le congiunture orizzontali dei due muri della galleria orizzontale sono false. Sul muro occidentale 15 su 25 sono false e sul muro orientale 16 su 24. Le procedure di macrofotografia permetterebbero dir stabilire che alcune delle congiunture sono state trattate in modo speciale con un prodotto normalmente usato per l´impermeabilizzazione delle barche.

Queste scoperte li avrebbero aiutati a scoprire le giunture reali delle pietre e così trovare finalmente la pietra che chiude gli accessi alle gallerie nascoste.

Gli archeologi francesi dicono che hanno anche concluso che la sabbia scoperta dalla Eletricite de France quando trapanarono all´interno della piramide del 1987 era usata per isolamento acustico.

Una volta che i corridoi erano stati riempiti di sabbia non c´era più modo di individuare le cavità nascoste bussando sui muri.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >