sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
28 Dicembre 2009 SCIENZA
Corriere della Sera
Tutto Galileo... on line
tempo di lettura previsto 3 min. circa

FIRENZE - Galileo? Adesso lo trovi tutto sul web. L´edizione digitale dell´opera omnia di Galileo è stata pubblicata on line nel nuovo ambiente Pinakes (http://pinakes.imss.fi.it:8080/pinakestext/home.jsf). Si tratta di uno dei progetti di ricerca d´avanguardia, in corso a Firenze, presentati al congresso internazionale Cultural Heritage on line in programma domani e il 16 dicembre al Teatro della Pergola di Firenze. Pinakes è un´architettura software, progettata da Rinascimento Digitale e dall´Istituto e Museo di Storia della Scienza, che consente di accedere in maniera integrata a dati di archivi diversi. A Pinakes si affianca Pinakes Text, un software ideato per realizzare edizioni critiche digitali di manoscritti, codici e libri antichi: è un'applicazione open source per la consultazione, la ricerca e l'analisi on line di testi. Organizza i dati testuali riferiti a qualsiasi oggetto digitale con una particolare specializzazione nella gestione delle informazioni linguistiche e filologiche. Si utilizza tramite qualsiasi browser web, quindi l'utente lo può consultare sia da personal computer che da dispositivi mobili.

FIRENZE E TOSCANA LEADER NEL SETTORE - Firenze e la Toscana, hanno spiegato il direttore generale dell´Ente Cassa di Risparmio di Firenze Antonio Gherdovich, il presidente della Fondazione Paolo Galluzzi, e il coordinatore del comitato scientifico Paolo Blasi, sono leader del settore in Italia e punto di riferimento mondiale grazie all´imponente patrimonio culturale e all´eccellenza dei sistemi e delle competenze sviluppati. La Fondazione sta lavorando con l´Università di Pisa e l´Istituto di Linguistica Computazionale del Cnr per la pubblicazione digitale dei diari che il padre dell´Egittologia italiana Ippolito Rosellini produsse nel 1828-1829 durante la spedizione franco-toscana in Egitto e Nubia con Jean Francois Champollion, il celebre scopritore della stele di Rosetta. Altre collaborazioni riguardano il catalogo storico delle fotografie del Centro Romantico dell´Istituto Vieusseux, la Sovrintendenza regionale ai Beni Culturali, la biblioteca Magliabechiana e la Fondazione Memoria Ecclesiae. Magazzini Digitali è invece un progetto realizzato in collaborazione con le Biblioteche Nazionali di Firenze e Roma: è un´architettura hardware e software concepita per la conservazione di lungo termine dei documenti digitali. Magazzini Digitali garantisce anche la conservazione delle tesi di dottorato di tutte le università italiane. L´evento è organizzato dalla Fondazione Rinascimento Digitale in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

IL CONVEGNO - Per valutare lo stato dell´arte e i futuri trend nelle crescenti platee di utenti, Cultural Heritage on line (alla seconda edizione dopo il successo del 2006) ha convocato a Firenze esperti, professionisti e istituzioni del mondo intero a discutere su alcuni temi di fondo: beni culturali e web interattivo, biblioteche digitali, cooperazione e integrazione dell´informazione tra musei, archivi e biblioteche pubbliche, conservazione delle memorie digitali. L´obiettivo è di coinvolgere domanda e offerta nella creazione di risorse digitali e nella loro condivisione. Da qui il sottotitolo del congresso: Empowering users: an active role for user communities, ossia dare agli utenti un ruolo di protagonisti attivi. Il particolare valore del congresso è sottolineato dall´alto patronato del Presidente della Repubblica. Tra i sostenitori: Unesco, Regione Toscana, Provincia, Comune, Ambasciata USA ed Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che della Fondazione Rinascimento Digitale è promotore.

TAG: Computer, Musei

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >