sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
21 Dicembre 2009 PALEONTOLOGIA
galileonet.it
Tawa svela i legami di famiglia
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

I fossili di una nuova specie di dinosauro ritrovati in New Mexico (Usa) suggeriscono che questi rettili si originarono in quella che oggi è l'America del Sud, e che si separarono nei tre principali gruppi - teropodi, sauropodi e ornitischi - prima di diffondersi in tutta Pangea, il supercontinente che un tempo riuniva le terre emerse del pianeta.

La "new entry" è un terapode (ovvero un bipede carnivoro) del tardo triassico, risalente quindi a circa 215 milioni di anni fa, e lontano parente del tirannosauro e del velociraptor. I fossili sono stati ritrovati dai ricercatori dell'Università di Austin (Texas), che hanno battezzato la specie Tawa hallae, dalla parola di lingua Hopi (una popolazione indiana dell'Arizona del Nord) per indicare il dio o lo spirito del sole. Lo studio è stato condotto in collaborazione con la Columbia Univesity, l'American Museum of Natural History e il Field Museum of Natural History, e pubblicato su Science.

I resti rinvenuti, numerosi e conservati in ottime condizioni, hanno reso possibile ricostruire diversi esemplari del Tawa hallae. Si tratta di individui giovani, alti tra il metro e il metro e mezzo e lunghi circa due metri: le dimensioni sono quelle di un cane di taglia medio-grande, ma con una lunghissima coda.

La particolarità di questo dinosauro è di possedere un miscuglio di caratteristiche: alcune condivise con specie più primitive, come la forma della pelvi, altre peculiari di suoi contemporanei e successori, come le sacche aerifere presenti nel corpo vertebrale, ereditate successivamente dagli uccelli. Questi tratti permettono di rispondere a molte delle domande che il ritrovamento di un altro dinosauro, l'herrerasauro (Herrerasaurus ischigualastensis) aveva fatto nascere.

Esemplari di herrerasauri rinvenuti in Argentina (luogo da cui provengono i più antichi fossili ritrovati finora) negli anni Sessanta mostrano alcuni tratti in comune con i carnivori teropodi - tra cui una larga mascella, i denti da carnivoro e alcune caratteristiche della pelvi - ma mancano di altri. "Il problema principale era determinare se i tratti da carnivori si fossero evoluti indipendentemente negli herrerosauri e nei teropodi o se fossero invece derivati da un avo comune", ha spiegato Nesbitt, primo autore dello studio.

Tawa sembra chiudere la questione. Il nuovo arrivato sancisce ufficialmente l'appartenenza degli herrerosauri ai teropodi: questo significa che tutti i dinosauri (ornitischi, sauropodomorfi e terapodi) si diffusero dal Sud America verso altre parti della Pangea in diverse ondate, all'incirca 220 milioni di anni fa.

TAG: Dinosauri

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >