sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
27 Novembre 2009 SCIENZA
aezio ilfattostorico.com
La mummia di Paankhntof
FOTOGALLERY
La bara di Paankhenamun - forse Paankhntof (Art Institute of Chicago)
La bara di Djedmaatesankh (Royal Ontario Museum)
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Dopo 3000 anni non è ancora certo se sia stata trovata la mummia di Paankhntof, il marito di Djedmaatesankh. Lei era una musicista presso il tempio di Amon-Ra, nel complesso templare di Karnak a Tebe; lui era il custode dello stesso tempio (una posizione importante).

Nel simposio di Toronto, le ricercatrici Gayle Gibson e Stephanie Holowka hanno però mostrato le prove per cui la mummia di Paankhntof (questo il nome scritto sulla bara della moglie) sia in realtà quella di Paankhenamun, oggi all´Art Institute of Chicago.

Una cosa curiosa è la grammatica usata per scrivere il nome del marito sulla tomba di lei: non è chiaro cosa significhi, ma forse indica Djedmaatesankh come sua seconda moglie piuttosto comune dato che molte donne morivano di parto nell´Antico Egitto.

Oppure vuol dire che Djedmaatesankh non era la sua unica moglie. Gibson dice: "Lui potrebbe aver avuto due mogli nello stesso tempo se fosse stato ricco abbastanza".

Ci sono tre prove a favore del loro "matrimonio":

Il nome. La mummia all´Art Institute porta il nome di Paankhenamun, mentre sulla bara di Djedmaatesankh il nome del marito è scritto Paankhntof forse una forma abbreviata.

Secondo il Prof. John Gee (non coinvolto nella ricerca), la diversa ortografia dello stesso nome è piuttosto comune. Afferma che in effetti "si trovano spesso variazioni sulla stessa bara".

Le bare. Per Gibson sono entrambe di Tebe e sono datate allo stesso periodo (circa all´850 a.C.). Ci sono anche numerose somiglianze nelle bare (guardate le foto).

Entrambe hanno: simili pettinature (bande dorate all´estremità dei capelli); l´immagine della divinità Benu sotto la gola; ali e visi dorati.

Inoltre possiedono tutti e due coppie di serpenti-leoni. Secondo la Gibson, tra la 20′ e la 22′ dinastia questo motivo è stato visto solo su 11 bare; in tempi più tardi divenne molto comune.

Infine, la tomba di provenienza di entrambe le bare è sconosciuta.

Scansioni TC. Hanno dimostrato che: entrambe le mummie hanno le braccia incrociate all´inguine (cosa comune fra i membri dei templi); scarabei sacri e amuleti sono nella stessa posizione; gli addominali sono strapieni; hanno involucri nella testa e la loro età è fra i 30-40 anni.

Ad entrambi il cervello è stato tolto dalla narice destra e l´osso ioide, che forma parte della laringe, è stato spinto sul lato sinistro.

Tuttavia manca l´assoluta certezza sul loro legame.

"Vissero nello stesso preciso periodo, vennero imbalsamati dalla stessa persona è molto chiaro -, le loro bare vennero fatte dallo stesso gruppo di artisti. Sono abbastanza sicuro che fossero imparentati", dice Gibson.

Sembra che Paankhntof sia sopravvissuto per 5-15 anni alla morte della moglie. E quando lui mancò, aveva avuto la capacità di permettersi una bara della stessa qualità della moglie.

Per il momento dicono che sia troppo rischioso riunire la coppia. I dipartimenti per la conservazione non amano questo genere di trasporti: sono molto fragili.

TAG: Mummie

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >