sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
10 Marzo 2009 PALEONTOLOGIA
CBS news
UNO SCIENZIATO TROVA 48 SPECIE FOSSILI, FINORA SCONOSCIUTE
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Isola di Wight - Si può dire che tutto ciò che Steve Sweetman aveva da fare era seguire le tracce lungo la spiaggia: tracce di 130 milioni d'anni fa.

Le impronte di dinosauri qui sono comuni, come riferisce il corrispondente della CBS Richard Roth, mentre percorre la cosiddetta "costa giurassica" dell'Isola di Wight. E sì, tra i fossili ha trovato qui i resti di ciò che si vede nel film di Steven Spielberg "Jurassic Park".

"Quelli che sono stati chiamati nel film 'velociraptor', erano in realtà più grandi. I raptor che ho trovato qui sull'Isola di Wight erano in realtà più grandi di quello nella scena scena della cucina in 'Jurassic Park, "' ha detto Sweetman, che lavora con la Scuola della Terra e Scienze Ambientali dell'Università di Portsmouth.

Ma il contributo di Sweetman alla scienza non consiste nel "più grande". In realtà, la maggior parte delle sue scoperte sono microscopiche. "La maggior parte delle persone non associa la paleontologia con il lavoro che faccio", ha detto. Sweetman, che insegna presso l'Università di Portsmouth, lava, asciuga e setaccia la sabbia. Molte delle sue scoperte sono visibili solo al microscopio. Denti in miniatura e minuscoli frammenti di ossa l'aiutano a ricreare l'immagine del mondo preistorico.

Lungo le scogliere lungo la "Jurassic Coast", sono stati recentemente trovati resti di otto dinosauri che nessuno sapeva nemmeno esistessero. Sweetman ha scoperto lucertole, salamandre e almeno sei piccoli mammiferi. In totale, ha scoperto 48 nuove specie.

"Beh, quando ho iniziato io non mi aspettavo di trovare davvero molto. Ma il lavoro è andato avanti - ho effettivamente setacciato sabbia e raccolto fossili per un periodo di quattro anni - e ne ho trovati così tanti, è stato un momento di gloria e di soddisfazione, è stata una di quelle cose che non posso descrivere ".

In realtà, è una di quelle cose che è difficile credere. Nel giro di quattro anni ha trasportato circa tre tonnellate e mezzo di fango sino alla sua casa colonica. "Credo che qualunque cosa del mondo in cui vivevano i dinosauri è affascinante. Perché erano creature enigmatiche e intriganti, non c'è niente di vivente simile a loro, oggi. Così fanno balenare un interesse, su un mondo in cui sono effettivamente vissuti, è affascinante. "

Un museo locale tiene gli oggetti veramente grandi che si trovano, e stiamo parlando dei denti dei velociraptor. Sembra però che in Paleontologia le dimensioni non siano sempre la cosa importante.

"Beh, in ogni campione che prendo, ho la tendenza a trovare qualcosa di nuovo. Quindi non è possibile contare le cose che possono essere scoperte nel corso del tempo", ha detto Sweetman. "Ma ci saranno sicuramente nuove scoperte".


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >