sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
29 Gennaio 2009 SCIENZA
La redazione di La Porta del Tempo
UN IMPRESARIO EGIZIANO ANNUNCIA DI AVERE SCOPERTO UN "MIRACOLO MATEMATICO" NEL CORANO
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Un impresario egiziano ha annunciato di aver creato un programma informatico in grado di rivelare che il Corano, il libro sacro dei musulmani, ha una struttura matematica. L´inventore del programma ritiene che questa scoperta costituisca una prova del fatto che il libro sia opera divina.

"Questa scoperta è la prova inconfutabile che il Corano è opera di Dio" ha affermato Ibrahim Kamal, architetto egiziano e impresario, che risiede a Ginevra e dirige una serie di attività finanziarie del mondo islamico.

Kamal ha lavorato intorno a questa tesi sin dal 1980 ed è riuscito a creare un programma informatico in grado di dimostrare che il Corano risponde a un "modello matematico codificato", basato sul numero 19.

Secondo l´architetto Ibrahim Kamal, i numeri di lettere, parole, versetti e capitoli (sure) del Corano sono tutti multipli del numero 19.

Il corano contiene 114 capitoli e il capitolo numero 114 ha 6 versetti. Se dividiamo 114 per 6, otteniamo come risultato il numero 19.

Kamal aggiunge che questa ipotesi sui "miracoli numerici" del Corano è accettata anche dai "comitati islamici specializzati diretti dal Grande Sceicco di Al Azhar, Mohammed Tantawi", il principale leader musulmano dell´Egitto.

L´impresario ha creato, a Cipro, una società chiamata "L´ultimo messaggio" per commercializzare la versione informatica della sua scoperta.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >