sei in Home > Storia > News > Dettaglio News
11 Ottobre 2006 STORIA
Reuters
Lo stretto di Bering si formò prima di quanto creduto
tempo di lettura previsto 2 min. circa

WASHINGTON - Il ponte di terra fra l'Alaska e la Siberia fu invaso dalle acque - e dunque lo stretto di Bering si formò - 11.000 anni fa - più di 1.000 anni prima di quanto creduto finora. Il che significa che la migrazione umana a piedi, attraverso il ponte di terra, si concluse 1.000 anni prima, hanno spiegato i ricercatori.

Team dell´Istituto Oceanografico di Woods Hole in Massachusetts, dell´Istituto di Oceanografia Scripps di San Diego e dell'università del Massachusetts hanno trovato aree, sul fondo dell´oceano, in cui i depositi di sedimenti sono abbastanza profondi da funzionare come un orologio geologico.

La maggior parte dei campioni di sedimento dal fondo dell'oceano Artico erano finora stati prelevati da luoghi in cui il sedimento si era accumulato per lo spessore di circa un centimetro - non abbastanza da stimare periodi di appena 1.000 anni.

Ma nell´articolo pubblicato sulla rivista Geology, Lloyd Keigwin di Woods Hole e colleghi, hanno dichiarato di avere esaminato campioni da nuove aree a nord e ad ovest dell'Alaska nel mare di Chukchi.

Questa zona copre la parte della piattaforma continentale che si trovò esposta, quando il livello del mare decrebbe, durante l'ultima Era Glaciale, circa 20.000 anni fa.

"Anche se abbiamo pochi campioni, è questa la prima prova che l´inondazione del mare di Chukchi avvenne attorno ad 11.000 anni fa, almeno 1.000 anni prima di quanto precedentemente stimato" ha aggiunto Keigwin.

"I nuovi dati sono inoltre compatibili con dati di altri studi recenti e mostrano il potenziale per lo sviluppo della storia dell´oceano e del clima di questa regione."

I ricercatori avevano prelevato i nuclei per identificare gli scheletri di un animale, conosciuto come foraminifera, che può essere individuato solo a specifiche temperature dell´acqua e dell´ambiente circostante. I campioni sono stati inoltre datati al radiocarbonio.

Per decenni la maggior parte dei scienziati aveva ritenuto che il primo a stanziarsi nelle Americhe fosse stato il popolo di Clovis, giunto sul continente proprio attraverso il ponte di terra di Bering, fra 11.000 e 12.000 anni fa.

Ma la prova recente indica che gli umani arrivarono molto prima.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >